Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 273.830.312
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 30 settembre 2020 alle 16:05

Sirtori: sconti sulla Tari per le attività economiche più colpite

Sono stati approvati tutti a maggioranza i nuovi regolamenti per la disciplina e l'applicazione delle imposte Imu e Tari del Comune di Sirtori, dove nella serata di martedì 29 settembre si è tenuta una seduta di consiglio comunale per discutere le novità emerse dalla normativa statale.
Il sindaco Davide Maggioni come prima cosa ha messo in votazione il nuovo regolamento sulle entrate comunali, che conferma la separazione definitiva di Tari e Imu come imposte indipendenti e prevede la possibilità di rateizzare i mutui matrimoniali secondo rate mensili prestabilite dalla legge.

Il sindaco Davide Maggioni

Per quanto riguarda l'Imu poi, il regolamento non ha previsto cambiamenti nell'individuazione di chi e quanto deve pagare, mantenendo la possibilità di avere uno sconto sul pagamento dell'imposta per chi dà in concessione a un parente di primo grado la seconda casa. Le aliquote per la tassa sono state confermate e quindi invariate rispetto all'anno scorso, così come le scadenze dei pagamenti, previste per il 16 giugno e il 16 dicembre.
Dall'altra parte, il regolamento Tari è invece più ricco di modifiche a seguito dei cambiamenti nella modalità di calcolo introdotti da Arera, ma la tariffa ha comunque mantenuto tutte le sue caratteristiche. Le aliquote non sono state modificate rispetto all'anno 2019, mentre è stato corretto il tempo di pagamento, prevedendo come prima scadenza il 16 novembre di quest'anno e come seconda il 31 gennaio 2021. La vera novità in questo caso si trova negli articoli finali del regolamento ed è legata agli ultimi avvenimenti del 2020 che hanno costretto moltissime attività economiche a chiudere per via del lockdown, e proprio per questo è stata prevista una riduzione del 25% sulla parte variabile della tariffa. La scelta dell'amministrazione, però, è stata quella di concedere tale riduzione anche sulla parte fissa della Tari, permettendo agli imprenditori e alle partite iva che sono rimaste chiuse nei mesi più duri della pandemia di avere uno sconto in bolletta più consistente. Tra le imposte rimaste invariate rientra poi anche l'Irpef, che anche per quest'anno non ha subito modifiche nelle aliquote.
Nel corso del consiglio comunale si è infine votato anche per l'approvazione della gestione associata del comitato lecchese per la pace e la cooperazione tra i popoli, scaduta lo scorso anno e rinnovata con entusiasmo da parte del Comune.
Sul territorio infatti, il comitato sostiene persone e associazioni che si impegnano fortemente in opere di volontariato e solidarietà e promuove inoltre progetti legati alla cooperazione internazionale soprattutto da applicare nei contesti dei paesi in via di sviluppo. Le risorse per finanziare le diverse iniziative, tra cui il premio Graziella Fumagalli e Madre Erminia Cazzaniga, provengono interamente dai venti comuni che ne fanno parte e che affiancano le ventisei realtà associazionistiche, le quali contribuiscono a rendere ancora più dinamico e intenso il dibattito sul tema della cooperazione e della pace.
M.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco