Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 273.830.141
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 30 settembre 2020 alle 16:58

Ello: in consiglio dibattito sui rifiuti e le nuove tariffe

La seduta consiliare di martedì 29 settembre si è aperta con la discussione di una mozione per il sostegno alle famiglie e alle attività produttive in seguito all’emergenza Covid-19. Presentata dal consigliere Elena Zambetti – del gruppo “Ello Tradizione e Futuro” – è stata letta all’aula dal sindaco Virginio Colombo. Il primo cittadino, ricordando le azioni intraprese dall’amministrazione comunale durante la fase più critica della pandemia, ha condiviso la proposta del consigliere di minoranza Zambetti. Posta in votazione la mozione ha ottenuto un voto favorevole trasversale fra maggioranza e minoranze, venendo approvata all’unanimità.



I consiglieri di minoranza Elena Zambetti, Elena Pirovano e Danilo Riva

Nel passare in rassegna una serie di variazioni di bilancio adottate negli scorsi mesi, il sindaco ha annunciato ai consiglieri che il comune di Ello ha ottenuto un finanziamento dallo stato – pari a 50mila euro – che verrà utilizzato per la riqualificazione e la messa in sicurezza del parcheggio di via della Repubblica. L’intervento porterà ad aumento dei posti auto disponibili e costerà complessivamente 86mila euro. Il finanziamento statale sarà quindi integrato con risorse proprie del comune di Ello. Il cantiere dovrebbe essere aperto entro il 14 ottobre. Un contributo ministeriale – pari a 17mila euro – è arrivato nelle casse comunali per far fronte alle conseguenze dell’emergenza Covid-19. Il comune potrà utilizzarlo sia per affrontare maggiori spese così come per compensare eventuali minori entrate. Maggiori investimenti – pari a 5mila euro – sono stati predisposti per il trasporto scolastico portando l’investimento annuale complessivo a 92mila euro. Circa 14mila euro sono stati invece iscritti a bilancio per sostenere il servizio “post-scuola” dell’asilo. Sono stati proprio i maggiori investimenti nel settore scolastico a incontrare l’apprezzamento del gruppo di minoranza di Danilo Riva che, con il consigliere Elena Pirovano, ha espresso un voto favorevole di fronte alle variazioni di bilancio proposte dalla maggioranza. Zambetti ha invece espresso un voto di astensione dopo aver sollevato alcune perplessità sul servizio di trasporto pubblico che, in parte, sono state condivise anche dagli altri consiglieri di minoranza Riva e Pirovano.



Il segretario comunale dottor Mastronardi, il sindaco Virginio Colombo, il vicesindaco Gianluigi Valsecchi
e l’assessore Mirco Ballabio


Articolato è stato il dibattito di fronte alle normative che regolamenteranno il tributo dei rifiuti per l’anno 2021. Il primo cittadino ha ricordato i cambiamenti che verranno introdotti nel futuro: nuovo metodo di calcolo del piano economico, cambiamento delle tariffe e introduzione del “sacco rosso”. In base alla normativa introdotta a livello nazionale dal 2017, l’Arera – Autorità di Regolazione per Energia e Reti – avrà un importante peso nell’approvare i documenti economici che regolano il funzionamento delle aziende incaricate di gestire il ciclo dei rifiuti. Il primo cambiamento è stato elaborare un piano economico sulla base dei bilanci risalenti a due anni fa. Un fattore che ha portato a un lieve aumento delle tariffe, in molti comuni della Provincia di Lecco. Nel caso di Ello si tratta di circa 4mila euro nell’intero piano economico complessivo che è passato da 159mila a 163mila euro. La differenza sarà suddivisa fra le varie utenze. La normativa prevede infatti che la tariffazione, corrisposta attraverso il tributo pagato dai cittadini e dalle imprese, debba coprire il 100% dei costi del servizio. Dubbi sulla nuova normativa, e in particolare sui «metodi standardizzati» che porta con sé, sono stati espressi dal consigliere Zambetti. Per il consigliere di minoranza di “Ello Tradizione e futuro” questi cambiamenti introdotti, a livello nazionale, finiranno «per penalizzare i piccoli comuni». Danilo Riva – capogruppo di “Vivere Ello” – ha invece espresso perplessità di fronte all’aumento delle tariffe che avverrà in coincidenza con l’introduzione del nuovo “sacco rosso”. Secondo Riva l’utilizzo del nuovo strumento per migliorare la raccolta differenziata ha due fini: uno ecologico e uno economico, volto a far risparmiare l’utenza. La situazione, che vede un possibile miglioramento della raccolta differenziata con il nuovo sacco e al tempo stesso l’aumento delle tariffe sarebbe quindi in «contrasto».


I consiglieri di maggioranza

In risposta, il sindaco ha ricordato che l’attuale introduzione dei “sacchi rossi” sarà «sperimentale» fino al 2022. Terminata la sperimentazione dovrebbero vedersi i risparmi per chi produrrà meno rifiuti e conseguentemente utilizzerà meno “sacchi rossi”. Colombo ha poi sottolineato che l’obbiettivo di Silea – la società pubblica che gestisce il ciclo dei rifiuti in provincia di Lecco – sia portare la raccolta differenziata all’85% su tutto il territorio grazie al “sacco rosso”. Un risultato che però il comune di Ello ha già raggiunto differenziando già l’85% dei rifiuti. Quindi, secondo il primo cittadino, l’introduzione del nuovo sacchetto non dovrebbe portare complicazioni particolari agli ellesi.
Il nuovo piano economico è stato approvato con i voti favorevoli della maggioranza. Di fronte alle nuove tariffe i consiglieri di minoranza Danilo Riva e Elena Pirovano hanno espresso un voto di astensione mentre il consigliere Zambetti ha comunicato un voto negativo motivato dall’«aumento delle tariffe».
L.A.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco