Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 272.558.720
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 02 ottobre 2020 alle 14:47

Cassago: due rate di TARI (invece di tre) e sconti per tutte le utenze non domestiche

Sono state approvate l'altra sera in consiglio comunale le nuove tariffe della tassa sui rifiuti. A causa dell'abolizione della IUC, Imu e Tari sono diventati contributi autonomi. "Ciò che è stato fatto è estrapolare dal vecchio regolamento la parte relativa ai rifiuti", ha spiegato l'assessore al bilancio Alberto Parravicini.

Una veduta del consiglio comunale

Il responsabile dell'ufficio ragioneria, Luca Rigamonti, ha illustrato nel dettaglio le poche novità contenute nel documento. Le nuove tariffe entrano in vigore dal 1° gennaio 2020; il funzionario ha poi confermato che le vecchie riduzioni sono rimaste valide anche nel nuovo regolamento, ma si è aggiunto un articolo che permette di ritrattare di anno in anno le riduzioni previste, a seconda delle esigenze. L'approvazione del nuovo regolamento ha visto l'astensione da parte dei due gruppi di minoranza.
Per il punto successivo all'ordine del giorno, il responsabile ufficio ragioneria ha illustrato nel dettaglio come sono state determinate le nuove tariffe TARI, spiegando le movimentazioni del piano economico finanziario. Un'importante agevolazione TARI prevista è quella concessa alle utenze non domestiche, infatti quest'ultime sono andate incontro a una riduzione o a una sospensione delle attività durante il periodo di quarantena, producendo quindi meno rifiuti. L'amministrazione ha deciso di utilizzare il dividendo straordinario di circa 36mila euro, che Silea ha deliberato di distribuire, per applicare uno sconto sulla TARI, riducendo la parte variabile della tariffa del 60% per le utenze non domestiche. Così, queste ultime otterranno una diminuzione del 27% sulla TARI complessiva.

L'assessore Alberto Parravicini e il dr.Luca Rigamonti dell'ufficio ragioneria

"Per la scontista a favore delle utenze domestiche in condizioni economiche e sociali disagiate si è invece in attesa di direttive da parte del consiglio dei ministri", ha spiegato Rigamonti. Inoltre, sono stati fatti alcuni esempi confrontando a quanto ammontava la TARI nel 2019 e la tariffa del 2020: per le utenze domestiche la differenza si gioca su pochi euro (per un'abitazione di 100mq con un solo occupante il contributo TARI si ridurrà di tre euro rispetto all'anno precedente, mentre se l'abitazione ha due occupanti, aumenterà di due euro). Le cifre, naturalmente, si fanno più significative per le utenze non domestiche, dove un negozio di 684 mq pagherà 385 euro in meno rispetto all'anno scorso, mentre un'industria di 1022 mq, 473 euro in meno.
L'assessore al bilancio Alberto Parravicini, ha quindi dato un'interpretazione ampia e argomentativa delle scelte dell'amministrazione. "Avendo fatto la scelta di non cambiare i coefficienti di determinazione delle tariffe, il documento che ne scaturisce è di tipo tecnico, con pochi spazi di manovra da parte dell'amministrazione".

Tuttavia, ha posto l'attenzione su due punti rilevanti dal suo punto di vista. "Il primo è il dividendo dato alle attività produttive, che permette quindi di diminuire del 27% la tassa che devono versare. Il secondo è un'agevolazione di tipo finanziario per le famiglie: ora hanno solo due scadenze di pagamento del contributo: 2 dicembre e 31 gennaio; mentre prima le rate era tre, ed erano a maggio, ad agosto e a novembre". Al termine dell'esposizione, il gruppo di minoranza #Insieme Cassago ha chiesto per quali attività non domestiche si è deciso di concedere questa riduzione. Il responsabile dell'ufficio ragioneria, Luca Rigamonti, ha quindi spiegato che inizialmente si è cercato di diffondere un questionario per sondare il terreno e sapere qual era la situazione economica che stavano vivendo, e quindi poi decidere sulla base di ciò che venisse fornito, ma il sondaggio non ha ricevuto la partecipazione sperata. Quindi la riduzione verrà applicata a tutte le utenze non domestiche, anche se hanno continuato a lavorare durante il periodo di lockdown.
Il consigliere di minoranza #Insieme Cassago Antonio Carrino ha quindi giudicato la scelta politicamente azzardata, essendoci state attività che hanno continuato a lavorare anche nei mesi di stop.
L'assessore Parravicini ha invece difeso la condotta dell'Amministrazione. "Abbiamo deciso di agevolare le imprese perché la normativa covid ha aumentato i costi anche delle aziende che sono rimaste aperte".

Sergio Pini di Progetto Cassago Democratica

Infine, il consigliere di minoranza di Progetto Cassago Democratica, Sergio Pini, ha espresso il suo punto di vista. "La scelta di destinare a tutte le imprese i 36mila euro del dividendo è apprezzabile, mi rammarico solo che il comune non abbia degli strumenti per impostare degli aiuti più selettivi, per aiutare delle situazioni di disagio che sono presenti nel paese. Ritengo che più selettivi si è nell'individuare i bisogni e le necessità meglio si amministrino le questioni pubbliche".
Il consigliere ha poi criticato le scelte moderate e tenui prese per aiutare le famiglie in questo periodo di crisi, confrontandole con le proposte più forti, che provenivano dalla minoranza, esortando l'amministrazione ad essere più radicale nelle scelte. "Quanto fatto finora va bene, ma non mi è sufficiente".
Inoltre Pini ha colto l'occasione per parlare dei disagi del centro raccolta rifiuti, per cui ha lamentato un'assenza da parte del comune. Ma l'intervento è stato giudicato non consono al punto all'ordine del giorno dal sindaco Roberta Marabese. L'approvazione delle tariffe TARI per l'anno 2020 ha registrato il voto contrario di #Insieme Cassago, e l'astensione da parte di Progetto Cassago Democratica.

Martina Bissolo
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco