Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 277.272.504
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 18 ottobre 2020 alle 07:43

Retesalute: si profila un commissariamento. Ora è solo un’ipotesi contro la liquidazione

Né semplice continuità né liquidazione. Per Retesalute si profila una terza via, quella del commissariamento. Per ora si tratta solo di una ipotesi tutta da verificare anche sotto il profilo normativo ma sembra che nel CdA e con alcuni sindaci se ne stia parlando. Del resto una soluzione diversa da quella prospettata da alcuni segretari comunali tra cui quelli di Merate e Casatenovo va trovata. Porre in liquidazione l’azienda speciale pubblica consente una parziale prosecuzione dell’attività ma inevitabilmente genera un fuggi fuggi tra le figure aziendali più in vista e un calo prestazionale estremamente dannoso data l’attuale alta qualità dei servizi erogati dalla società intercomunale.
Un commissario consente di proseguire senza troppo scossoni, nella direzione già meritoriamente imboccata dal Consiglio in carica, di riallineare i ricavi ai costi aziendali, rientrando così progressivamente dall’indebitamento che, peraltro, verso fornitori effettivi non è certo elevato né preoccupante.
Sullo sfondo resta però il lavoro della società di revisione chiamata a certificare i bilanci dal 2015 al 2018. La normativa prevede la liquidazione coatta in presenza di quattro esercizi in perdita ma alcune interpretazioni tendono a sottolineare come tale procedura sia evitabile se è stato messo a punto un opiano di rilancio concreto, basato su presupposti veri e reali. Oltre a ciò va considerata la delicatissima natura dell’attività svolta da Retesalute che non può subire rallentamenti o cali di qualità. Soprattutto in situazioni difficili come l’attuale che minacciano di sfociare un nuovi confinamenti.
Un commissario potrebbe essere la figura chiave per traghettare l’azienda verso la nomina di un nuovo Consiglio di Amministrazione, con l’approvazione definitiva dei bilanci 2018 riscritto dalla società di revisione, 2019 sulla scorta dei conti di chiusura dell’esercizio precedente e di un piano di risanamento oltre il budget 2020, con una prospettiva almeno triennale.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco