Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 298.895.077
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 19 ottobre 2020 alle 13:37

Monticello,KTM: ai Campionati Europei bronzo per Zanotti e Argento per Tovo

Fine settimana di gare in Svizzera per la società di Monticello KTM Protek Dama. Le gare individuali dei Campionati Europei sono iniziate sabato mattina con la prova dedicata agli Under 23.
C’è grande attesa per i due portacolori, Juri Zanotti e Andreas Vittone, entrambi su quei percorsi si sono allenati per anni, avendo vestito i colori del Team Monte Tamaro, che li vicino ha la sede ed è l’organizzatore del Campionato.


Già dalle prime pedalate la KTM Scarp di Juri Zanotti è nel gruppetto di testa, sono una decina i battistrada. Già al secondo giro restano in 3, Juri e due svizzeri, e così resteranno fino alla fine. I due svizzeri fanno gioco di squadra e cercano di mettere in difficoltà il nostro portacolori, che risponde colpo su colpo. Nell’ultimo giro viene portato l’attacco decisivo, Juri non riesce a rispondere agli svizzeri, visto il largo margine sul quarto, gestisce in tranquillità l’ultima tornata, per non rischiare di compromettere la bella prestazione e per portarsi a casa la meritata medaglia di bronzo.


Bella prestazione di Andreas Vittone, guadagna diverse posizioni nei primi due giri, al 3° passaggio è settimo, poi paga un po’ lo sforzo per portarsi così avanti e finisce la sua prima esperienza ad un Europeo come Under 23 in dodicesima posizione, a pochi secondi dalla Top Ten.
“Sono contentissimo per questo risultato, chiude un anno davvero ricco di soddisfazioni. Ho resistito agli svizzeri per quasi tutta la gara, loro facevano gioco di squadra e mi attaccavano sulla prima salita e li mi staccavano, io con il mio ritmo li riprendevo nella parte tecnica. All’ultimo giro non sono riuscito a recuperare, ed ho pensato a conquistare la medaglia di bronzo, senza rischiare ulteriormente. Una dedica alla mia famiglia, al mio tecnico allenatore, allo staff della Nazionale ed al Team KTM PROTEK DAMA. Grazie a tutti.” dice un soddisfatto Juri Zanotti.


Nell’ultima gara di giornata l’Elite Mirko Tabacchi affronta la prima salita in ultima posizione a causa di un biker che si è bloccato davanti a lui per una rottura della catena. Nonostante questo inconveniente a metà gara è già in diciassettesima posizione, e da li inizia la sua scalata alla Top Ten. Una gara gestita molto bene, senza forzare troppo e stando attento a non prendere troppi rischi, è così che si è costruito una ottima gara che consente a Mirko di arrivare al traguardo in settima posizione, a poco più di un minuto dal vincitore, Nino Schurter.


“Altra giornata esaltate per i nostri bikers che vestono la maglia Azzurra. Una medaglia individuale per Juri che corona un anno di ricche soddisfazioni. L’ottima prova sia di Andreas, al primo anno tra gli Under 23, che di Mirko, che voglio ricordare si allena dopo essere tornato a casa dal lavoro, sono motivo di orgoglio per il nostro Team. Complimenti e grazie a tutti loro per le ottime prestazioni.” Afferma Valentina Milesi, Consigliera del Team.


Con la gara delle Under 23 al femminile si conclude il Campionato Europeo in Svizzera ed anche la nostra stagione agonistica.
E non poteva finire meglio di così, con una medaglia d’argento. Marika Tovo parte a metà del gruppo, già al primo giro si porta a ridosso delle prime 10 posizioni. Ha una pedalata fluida e tonda ed una gran voglia di fare bene.
A metà gara è al sesto posto ad una decina di secondi dal terzo gradino del podio, si vede dallo sguardo che quel risultato lo vuole conquistare.
Nel penultimo giro un colpo di scena, qualcosa che nella Mtb capita, Martina Berta che è al secondo posto fora, Marika che in quel momento è passata in terza posizione la supera e si invola verso la medaglia d’argento.
Un’atleta russa che è alle sue spalle tenta l’attacco, Marika non si spaventa, contienel’attacco e con pedalata regolare e decisa guadagna ulteriori secondi.


Arriverà al traguardo, in sella alla sua KTM Scarp, cerchi Damil e gommata Maxxis, seconda solo alla Campionessa del Mondo Lecomte. “Se penso che l’anno scorso in questo periodo stavo recuperando dal mio secondo infortunio, consecutivo, oggi non posso che essere più che contenta di questo risultato e di tutto quello che ho ottenuto in quest’anno sportivo, breve ed abbastanza tribolato. Ho sempre avuto fiducia nei miei mezzi e nelle mie capacità e mi sono allenata al meglio per ritornare a pedalare ai livelli del 2018. Grazie a chi mi ha dato fiducia ed ha rispettato i miei tempi di recupero. Un grazie enorme alla mia famiglia, al mio fidanzato Matteo ed a tutto lo staff del Team e della Nazionale per il supporto ed il sostegno. Non dimentico certo gli sportivi che mi hanno sempre tifato ed incoraggiato. Ora un po’ di riposo e poi ci si prepara per la prossima stagione.” ha dichiarato una sorridente Marika Tovo.
“Un bel modo di chiudere la stagione, una medaglia d’argento agli Europei. Una stagione ricca di risultati pesanti ed importanti. Non posso che fare i complimenti a tutti i nostri bikers, si sono sempre impegnati al massimo ed i risultati si sono concretizzati. Qualche giorno di riposo e poi si comincia a pianificare il 2021” ha detto Enrico Rovelli, Direttore Sportivo.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco