Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 277.271.082
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 19 ottobre 2020 alle 18:24

Missaglia: non ce l'ha fatta il 62enne al volante della Punto schiantatasi in Via Papa Giovanni

Non ce l'ha fatta il 62enne di Montevecchia rimasto coinvolto nel grave incidente stradale verificatosi nel pomeriggio di giovedì 15 ottobre a Missaglia.
Giorgio Fedele è venuto a mancare nelle scorse ore all'ospedale Manzoni di Lecco dov'era stato trasportato subito dopo il sinistro. Un quadro clinico, il suo, che da subito era apparso particolarmente grave e che - con il trascorrere delle ore - non ha subito alcun miglioramento, sino purtroppo al decesso.

L'auto di Giorgio Fedele, coinvolta nel sinistro dello scorso giovedì

Da una prima ricostruzione della dinamica grazie agli elementi raccolti sul posto, era emerso che l'uomo stava procedendo lungo Via Papa Giovanni XXIII diretto verso Piazza Libertà quando - dopo aver affrontato il passaggio pedonale all'altezza della baita alpini - era finito contro il camion adibito al trasporto di frutta e verdura che lo precedeva, al volante del quale sedeva un missagliese. Non è ancora chiaro se il 62enne avesse accusato un malore prima di finire contro il camion; all'origine del sinistro potrebbe anche esserci un attimo di distrazione, costato purtroppo caro al montevecchino.
La Punto, infilatasi inizialmente sotto il mezzo, era poi finita - per la violenza dell'urto - con la parte frontale contro il muro a sinistra della carreggiata. Rinvenuto sul sedile privo di sensi, il 62enne era stato immediatamente soccorso. Dopo essere stato sottoposto alle prime cure del caso, Fedele era stato poi trasferito in codice rosso - dunque in condizioni di massima gravità - al pronto soccorso dell'ospedale Manzoni di Lecco dove si è spento.

Gli agenti di polizia locale avevano faticato non poco per risalire alla sua identità, dal momento che l'uomo non aveva con sè i documenti e l'auto era intestata ad un altro soggetto, un 43enne residente anch'egli nel circondario meratese.
Articoli correlati:
16.10.2020 - Missaglia: in prognosi riservata il 62enne al volante della Punto finita contro il muro
15.10.2020 - Missaglia: violento scontro tra due mezzi, un ferito grave trasportato al PS
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco