Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 273.837.271
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 20 ottobre 2020 alle 11:24

Bosisio Viva lamenta ritardi sui lavori di via Parini. Sindaco: 'Non capito il cantiere'

Il sindaco Andrea Colombo
Ritardo sui lavori di sistemazione di via Parini a Bosisio? È botta e risposta tra maggioranza e opposizione. La segnalazione è arrivata dai consiglieri di minoranza di Bosisio Viva che hanno distribuito un volantino ai residenti di “piazza in alto” (CLICCA QUI per leggerlo), indicando quello che avrebbe dovuto essere il cronoprogramma dei lavori, cominciati lo scorso agosto e con data di fine prevista entro 45 giorni dalla data di inizio. A metà ottobre, Bosisio Viva ha sottolineato che i lavori sono “fermi” alla prima settimana e hanno imputato il ritardo a un errore di calcolo da parte degli amministratori. “Il comune non ha tenuto conto dei tempi necessari al rifacimento della fognatura ad opera di Lario Reti che è stata appena ultimata - hanno riferito - I nostri amministratori sapevano che si sarebbe rifatta anche la fognatura, ci saremmo quindi aspettati una comunicazione adeguata avvisando la cittadinanza che i disagi si sarebbero protratti”. Giacomo Gilardi, Marta Brambilla e Lucia Turati hanno fatto notare anche il silenzio da parte dell’amministrazione, che non ha informato i cittadini in merito al ritardo: “Questa comunicazione sarebbe dovuta arrivare da chi amministra il paese e non da chi siede nei banchi della minoranza”.
Per il sindaco Andrea Colombo, la lettera “mette solo in evidenza di non aver affatto compreso l’evoluzione del cantiere di via Parini”. Originariamente, infatti, il cantiere di rifacimento del porfido di via Parini era programmato per la primavera: “Il cronoprogramma che si legge nella lettera si riferisce a questo intervento”.
A seguito della pandemia, “come tutti sanno tranne Bosisio Viva, sono stati bloccati i lavori ma, nel mentre, l'Amministrazione è riuscita a trovare con il gestore della rete fognaria un punto d'incontro, ed inserire sin da subito lo sdoppiamento della fognatura”.
Tale intervento quindi non era inizialmente previsto nel programma di lavori dell’amministrazione, in quanto Lario Reti Holding lo aveva messo in cantiere nei prossimi anni. “Ci è sembrato intelligente inserire i lavori sin da subito ed evitare così di fare un nuovo cantiere in futuro - ha proseguito il primo cittadino - Di comune accordo con Lario Reti Holding, i lavori sono stati programmati per dopo l’estate”.
Lo sdoppiamento della rete fognaria è stato però più lungo del previsto: “La posa della nuova rete fognaria ha richiesto più tempo del previsto per via dell’imprecisione delle carte di vecchia data e delle forti piogge di settembre, ed è stato eseguito dalla ditta incaricata da Lario Reti Holding”. Non solo. “In seguito a questo intervento, anche a causa degli eventi atmosferici, il fondo stradale si è rivelato inidoneo per la nuova pavimentazione in porfido, in quanto non più costipato come necessario. Al fine di eseguire un intervento a regola d'arte, e per evitare quindi che tra qualche anno il tratto di strada presenti sconnessioni, abbiamo deciso di provvedere alla stesura di un sottofondo in calcestruzzo” ha rimarcato Colombo, spiegando altresì il motivo per il quale è stata recentemente adottata dal consiglio comunale la variazione di bilancio che permetterà di finanziare anche quest’ultimo lavoro.
Bosisio Viva ha ripreso poi la questione di via don Bagatti, la via che conduce alla chiesa parrocchiale di Sant’Anna. Il gruppo di minoranza ha fatto notare di aver chiesto all’amministrazione, poiché non inserita nell’intervento di via Parini, il rifacimento del porfido di quel breve tratto di strada, “che a nostro parere avrebbe dovuto essere inserito sin dall’inizio del lavoro”. L’opposizione ha parlato di accoglimento della proposta, con la speranza che “la nostra proposta non comporti un’ulteriore dilatazione dei tempi che giustamente preoccupa i residenti”. Il sindaco, invece, ha precisato: "Resta inoltre dell'amministrazione la volontà di inserire nell'intervento anche via Bagatti, come già da tempo indicato”.
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco