Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 248.074.542
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 27 ottobre 2020 alle 15:33

Oggiono: vaccinazione antinfluenzale in municipio per oltre un migliaio di utenti

L'assessore Michele Negri
Oltre un migliaio di cittadini oggionesi si prepara ad effettuare la vaccinazione antinfluenzale presso la sala consiliare di Oggiono. Si tratta degli assistiti dei medici associati attivi presso lo studio di via Santa Lucia. Un evento straordinario dettato dal cambio di linea adottato dall'Ats della Brianza. L'Azienda di tutela della salute ha escluso la possibilità di effettuare le vaccinazioni antinfluenzali presso il poliambulatorio di Oggiono situato in località Bersaglio. L'organizzazione delle procedure di somministrazione dei vaccini è stata demandata dall'Ats ai medici di famiglia. Questi ultimi però, non sempre hanno a disposizione spazi sufficienti ad accogliere un numero significativo di assistiti, in un lasso di tempo ridotto. Di fronte a questa problematica, l'amministrazione comunale oggionese ha scelto di intervenire mettendo a disposizione dei medici di base la sala consiliare. Situata al piano terra del palazzo del Municipio, la struttura è in grado di garantire l'accesso degli assistiti in sicurezza.
«Abbiamo contattato - ha spiegato Michele Negri, vicesindaco di Oggiono - tutti e tre gli studi dei medici di base attivi a Oggiono. Solo i quattro medici dello studio associato presente in Strada Santa Lucia hanno scelto di effettuare le vaccinazioni presso la sala consiliare. Ciò in quanto non hanno disponibilità, nel loro studio, di spazi con caratteristiche adeguate».
Una problematica - quella degli spazi - sorta con l'avvio della campagna di vaccinazione antinfluenzale 2020 che, dovendo essere effettuata in piena emergenza pandemica, ha visto l'introduzione di una normativa nuova. Le nuove regole predispongono protocolli di sicurezza molto stringenti, richiedendo ambienti più ampi. L'obbiettivo è evitare tutte le possibili situazioni di contagio da Covid-19.
All'interno della sala consiliare i quattro medici associati riceveranno solo gli assistiti che hanno diritto ad effettuare la vaccinazione antinfluenzale garantita dal sistema sanitario nazionale. Si tratta delle persone che hanno un'età di almeno 65 anni o che hanno particolari condizioni di salute. Questi assistiti dovranno comunque fare affidamento al proprio medico di famiglia, contattandolo anticipatamente ed effettuando la prenotazione della vaccinazione. Non dovranno rivolgersi al comune. Quest'ultimo si limiterà solo a mettere a disposizione lo spazio dell'aula consiliare e ad organizzare - grazie alla collaborazione con la Protezione Civile - la gestione in sicurezza dei flussi in accesso e in uscita dalla sala.
La campagna antinfluenzale 2020 dovrebbe prendere il via nella seconda metà del prossimo mese di novembre. Non sono ancora certe le date ma, secondo le informazioni ad oggi disponibili, la somministrazione dei vaccini antinfluenzali avverrà a partire dalla terza e quarta settimana del prossimo mese. Indicativamente, nei giorni dei fine settimana fra il 20 e il 22 novembre e fra il 27 e il 29 novembre. Il condizionale è comunque d'obbligo. Si tratta di date ipotizzate in base al periodo di consegna stimato dei vaccini, ad oggi non ancora disponibili. In queste settimane i medici di base hanno ricevuto e dispongono di un numero limitato di dosi - nell'intorno delle 50 a medico - sufficiente solo a sottoporre a vaccinazione i cittadini con particolari condizioni di salute.
L.A.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco