Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 263.633.394
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 05 novembre 2020 alle 18:04

Casatenovo: attività (quasi) ferma per le agenzie viaggio tra Covid e il doppio lockdown. ''Ora speriamo in aiuti concreti''

Le agenzie di viaggio vendono a tutti noi sogni, svago, relax, paesi esotici, libertà, ma stanno vivendo in una situazione di lockdown (quasi) continuo da febbraio scorso. Prima la chiusura dei confini europei, poi la chiusura totale, la parziale riapertura in estate e oggi siamo arrivati con l'ultimo dpcm che ha imposto nuove e stringenti limitazioni. Il settore è in crisi e si appella al Governo per un aiuto concreto.
Abbiamo intervistato tre agenzie di viaggio presenti sul territorio casatese per raccogliere la loro opinione e cosa prevedono per il futuro:

Schooner Viaggi di Casatenovo
"All'interno di Schooner Viaggi abbiamo più reparti operativi. Lo staff che si occupa di viaggi d'affari per le aziende sta lavorando in smart working da marzo, turnandosi per garantire operatività H24. Il personale che si occupa invece delle vacanze sta presidiando i nostri negozi a orario ridotto, garantendo comunque reperibilità telefonica per tutta la giornata. Offriamo servizi e dobbiamo sempre essere a disposizione dei nostri clienti in qualsiasi circostanza.

I mesi di marzo e di aprile ci hanno visti impegnati a rimpatriare i clienti che sono stati colti di sorpresa da questa situazione disastrosa. Abbiamo dato assistenza anche a tante persone che non si erano avvalse del supporto di un'agenzia viaggi per le loro prenotazioni e si trovavano in serie difficoltà a contattare i centralini costantemente occupati delle diverse compagnie aeree. Siamo riusciti a riportare tutti a casa e abbiamo così avuto l'opportunità di dimostrare la nostra professionalità ed efficienza a nuovi clienti.
I mesi di estivi ci hanno dunque premiato, con numerosi nuovi ingressi in agenzia di clienti che cercavano innanzitutto sicurezza e siamo stati in grado di offrirla gestendo al meglio le cancellazioni, le modifiche e i rimborsi. E ora invece una nuova brusca discesa delle prenotazioni...
Il Governo ha aiutato troppo poco per il nostro settore così duramente colpito.
Per questo imminente lockdown siamo organizzati e strutturati per dare un servizio ai nostri clienti in ogni circostanza. Siamo stati sempre presenti e raggiungibili anche durante il primo periodo di chiusura.
Speriamo solo in aiuti concreti a noi e a tutti quei settori che sono impossibilitati a svolgere la propria attività e hanno comunque alti costi da sostenere" (Giusi Pennati, direttore del gruppo).

La Cucaracha Viaggi di Casatenovo 


"La nuova emergenza sanitaria causata dal riaccendersi del contagio del virus Covid-19, ha messo nuovamente all'angolo le agenzie di viaggi e tour operator che si occupano di turismo organizzato. Dopo lo stop causato dal primo lockdown primaverile e la timida riapertura dell'Italia e di alcune destinazioni europee meta del turismo estivo come Grecia e Spagna che hanno consentito di lavorare anche se molto parzialmente per meno di 2 mesi, i viaggi sono di fatto nuovamente bloccati... La paura del contagio, l'attuale situazione negli altri paesi europei e la chiusura delle frontiere verso i paesi extra Cee, hanno completamente paralizzato il nostro settore.
Dopo due mesi di smart working, durante i quali ho assistito i nostri clienti nelle cancellazioni e riprenotazioni dei loro viaggi, ho riaperto l'agenzia al pubblico già il 18 Maggio con tanta voglia ricominciare, consapevole delle difficoltà e degli ostacoli da affrontare, ma convinta di dover dare un segnale positivo al periodo di chiusura e sofferenza appena trascorso.
Devo dire che sono stata premiata perché diversi clienti hanno rinnovato la loro fiducia, acquistando vacanze al mare e in montagna o prenotando già per il 2021 l'irrinunciabile vacanza dei propri sogni, sottolineando l'importanza della sicurezza, diventata la massima priorità anche in vacanza. Con l'arrivo dell'autunno il contagio si è ripresentato in maniera esponenziale, e a causa del nuovo dpcm, dovremo chiudere di nuovo. La Cucaracha Viaggi però resterà come sempre presente ed operativa telefonicamente, via e-mail e WhatsApp per qualsiasi necessità.
Questi mesi difficili hanno avuto a mio avviso un risvolto molto positivo, sono serviti a compattare la categoria degli agenti di viaggio, che hanno sempre operato un po' in "ordine sparso", sia per richiedere sostegni dagli organi governativi i quali finalmente ci hanno finalmente percepito, anche se a fatica, come un settore economico importante e degno di ricevere il sostegno economico necessario a traghettarci nel 2021, sia per concepire un nuovo modo di fare il nostro bellissimo lavoro, condividendo idee, ottimizzando risorse e generando un cambiamento diventato ora opportuno. Come dice il proverbio ‘Ciò che non uccide, fortifica'" (Angela De Maria, titolare e direttore tecnico).


Bluvacanze di Casatenovo
"La nostra agenzia ha riaperto il 25 maggio: i primi mesi con un orario ridotto fino alle 18, mentre dal primo di agosto abbiamo aperto con orario pieno dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 20. Essendo la nostra agenzia in un centro commerciale (Cascina Levada), come molti colleghi, abbiamo dovuto rispettare gli orari di apertura del centro. Se avessimo potuto scegliere, già da metà settembre con le frontiere chiuse e la situazione sanitaria che iniziava a peggiorare, avremmo deciso di fare mezza giornata e di ricevere solo su appuntamento.

Non siamo molto spaventate da un secondo lockdown perché, a differenza degli altri settori, quello del turismo è iniziato a marzo e non è mai finito, il prodotto vendibile era ridotto del 90% e abbiamo lavorato vendendo solo la destinazione Italia e qualche meta UE; gli aiuti sono arrivati solo nei primi mesi e purtroppo per la tipologia della nostra società non siamo rientrate nei contributi a fondo perduto.  Ringraziamo la proprietà del centro con cui abbiamo trovato un accordo e la nostra sede Bluvacanze che in questi giorni ci ha comunicato un piano di interventi economico-finanziari per guardare al futuro.
Soprattutto ringraziamo i nostri clienti, quelli che ci hanno scelto anche in quest'anno difficile per le loro vacanze e quelli che sono passati anche solo per una parola o un saluto. 
A differenza del mese di marzo non abbiamo molte pratiche da gestire, siamo state prudenti nelle vendite e la richiesta è stata bassissima.  Dal 1 novembre siamo chiuse per dei lavori di rinnovo, la riapertura era prevista per il 17 novembre, ma ora dobbiamo aspettare il nuovo dpcm per capire se come zona rossa staremo chiusi fino al 3 dicembre. Sarà sempre possibile contattarci tramite mail oppure su WhatsApp al numero fisso dell'agenzia. 
Quello che più ci spaventa è il 2021, ma le persone hanno voglia e bisogno di viaggiare e noi faremo il possibile per esserci ancora quando si potrà partire'' (Marilena Rossetti, titolare).

S.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco