Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 277.646.760
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 08 novembre 2020 alle 16:18

Nibionno, 4 novembre: il sindaco ricorda le due libertà

Deposizione di una corona di alloro, accompagnata dalla preghiera. Ha scelto questo gesto, come tanti altri comuni del circondario, l'amministrazione comunale di Nibionno per la celebrazione del 4 novembre, l'anniversario dell'armistizio di Villa Giusti del 1918, che ha sancito la fine della prima guerra mondiale.

Il sindaco Usuelli tra don Luigi e il vice Panzuti

In questa data si celebra anche la giornata dell'Unità Nazionale per l'annessione di Trento e Trieste al Regno d'Italia e la giornata delle Forze Armate.

Il sindaco Claudio Usuelli con il vice Giovanni Panzuti e l'assessore Roberto Gemetto e il parroco don Luigi Bianchi si sono recati al cimitero di Tabiago per la commemorazione dei caduti nella prima guerra mondiale davanti alle loro tombe.

Ultimo a destra l'assessore Gemetto

Poi, la preghiera e il ricordo al Monumento dei Caduti nella piazza del Municipio. Il primo cittadino ha ricordato il sacrificio dei caduti grazie ai quali abbiamo la possibilità di vivere in libertà.

"Il sacrificio chiesto oggi di rispettare delle regole semplici non ha nulla a che vedere con quello che hanno dovuto sopportare allora: allora hanno dato la vita per la libertà; oggi dobbiamo solo limitare un po' della nostra libertà per la vita".
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco