Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 255.858.421
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 13 novembre 2020 alle 14:41

Prevenzione sospesa, la nuova campagna della Lilt. Sono in calo le visite senologiche

Tra la miriade di ambiti in cui la pandemia di coronavirus si è riversata, complicando le cose, c'è anche quello della prevenzione dei tumori. Secondo la Fondazione Veronesi, ad esempio, gli screening mammografici in meno sono stati quest'anno circa 1,4 milioni in tutta Italia.
Sebbene il Covid per tre mesi abbia effettivamente bloccato quasi tutto ed influisca ancora oggi sulla capacità degli ospedali di effettuare visite di prevenzione, l'attività di associazioni come la Lilt da giugno è ripresa con l'obiettivo di recuperare quello che tra marzo e maggio non era stato possibile fare. In alcuni casi arrivandoci molto vicino, come per il sodalizio lecchese anche attraverso iniziative di sensibilizzazione e in qualche modo benefiche. Da qualche giorno è infatti partita la ''Prevenzione sospesa'', progetto che consente anche a chi non può permetterselo di avere la tessera di iscrizione annuale al sodalizio, dal costo di 15 euro, per accedere a tutte le visite e gli screening che vengono offerti. A livello pratico, questo gesto di generosità prende spunto dall'ormai noto ''caffè sospeso'' nato a Napoli.


La dottoressa Silvia Villa, presidente di Lilt Lecco

''Il progetto nasce da un'idea della Lilt di Cremona, poi accolta a livello regionale da tutte le altre sezioni'' ha commentato la presidente dottoressa Silvia Villa ''Consente a chi può permetterselo, nel momento in cui si reca nei nostri ambulatori per qualsiasi ragione, di contribuire all'acquisto di uno o più tesseramenti annuali all'associazione, l'unica spesa che viene richiesta per accedere alle visite di prevenzione che la Lilt offre. Da una parte notiamo che le difficoltà stanno diventando molte. Basti pensare che prima del Covid alcuni Comuni coprivano le spese di tesseramento per i propri cittadini, mentre oggi sempre più spesso non riescono avendo tante criticità da affrontare. Dall'altra c'è un calo generale molto netto dei controlli''.
Nonostante ciò, come riferito dalla dottoressa Villa, le richieste di una visita dallo scorso giugno stiano tornando ai livelli degli anni precedenti. ''Sono in crescita e stiamo a poco a poco raggiungendo i numeri del passato'' ha spiegato. ''Lo dobbiamo molto anche alla compartecipazione dei volontari che prestano servizio al ricevimento e in segreteria. Registriamo un calo nelle visite senologiche''. Gli altri ambiti in cui opera la Lilt di Lecco sono quelli dei controlli di prevenzione che riguardano la ginecologia, l'urologia, l'otorinolaringoiatria e la dermatologia. Anche con il recente Dpcm gli ambulatori principali, quelli di Merate, Lecco, Casatenovo e Primaluna rimangono aperti proprio per evitare che la prevenzione tumorale passi in secondo piano di fronte all'emergenza del Covid.

Di seguito il comunicato diffuso dalla Lilt di Lecco per annunciare la campagna di ''Prevenzione sospesa'':
L’emergenza Covid come nella prima ondata, sta mettendo ancora a dura prova la nostra Regione e i nostri ospedali che per far fronte ai tanti ricoveri hanno ridotto sensibilmente l’attività ambulatoriale, anche quella relativa alla prevenzione.
La LILT Associazione Provinciale di Lecco ha deciso non solo di continuare regolarmente la propria attività con gli ambulatori presenti sul territorio ma per sostenere le persone in difficoltà economica partecipa ad una campagna di solidarietà in tema di prevenzione oncologica condivisa da altre associazioni LILT della Lombardia, prendendo ad esempio la consuetudine napoletana del “caffè sospeso”.
La “Prevenzione sospesa” consente alle persone che effettuano una visita presso gli ambulatori LILT di lasciare, se vogliono, il contributo per una tessera soci da mettere a disposizione di utenti che altrimenti non potrebbero permettersi questo contributo che consente di accedere alle visite gratuite di prevenzione oncologica.
Chi vuol offrire e chi ha necessità può rivolgersi alla segreteria LILT tel. 039 599623 (al mattino).
Riteniamo che questa iniziativa rientri nello spirito di solidarietà umana cui si ispira l’attività della nostra Associazione, composta da volontari che si prodigano per il bene comune.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco