Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 263.947.365
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 13 novembre 2020 alle 18:25

Dolzago, Spreafico: anche il Prefetto impegnato nel dirimere la controversia

Di seguito riportiamo la nota diffusa dalla Prefettura di Lecco in merito alla situazione che coinvolge l'azienda Spreafico di Dolzago, dove da mesi è ormai in atto un braccio di ferro fra le società appaltatrici e il sindacato Si Cobas, che tutela una parte dei lavoratori:

Prosegue in maniera serrata l'attività di mediazione condotta dal Prefetto di Lecco Castrese De Rosa tra l'azienda Spreafico Spa di Dolzago, operante nella filiera ortofrutticola italiana, le società appaltatrici ed i lavoratori rappresentati dal sindacato Si Cobas.
La protesta, avviata da mesi ed acuitasi nelle ultime settimane, ha conosciuto momenti di distensione con importanti conquiste sul piano dei diritti dei lavoratori, seguite da consistenti contrapposizioni alle quali hanno fatto seguito anche blocchi produttivi di solidarietà da parte di lavoratori appartenenti ad altri siti aziendali della Spreafico Spa.
Nella delicata e complessa attività di contemperamento tra le rivendicazioni dei lavoratori, i blocchi produttivi e la tutela della libertà economica della proprietà, si è espressa l'attività di mediazione del Prefetto sin dal giorno del suo insediamento nella Prefettura di Lecco.
Il tavolo di mediazione, attreverso step anche individuali di approfondimento delle posizioni espresse, ha c onosciuto questa mattina in Prefettura momenti di apertura anche grazie al nuovo clima di dialogo tra la committente Spreafico ed i rappresentanti dei lavoratori.
Il Prefetto ha rivolto un accorato appello alle parti e al loro senso di responsabilità affinché si possa addivenire, agli inizi della prossima settimana, alla definizione di una annosa vertenza che faccia salvi i livelli occupazionali e che rafforzi la solidità aziendale sul mercato anche internazionale.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco