• Sei il visitatore n° 352.573.232
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 29 novembre 2020 alle 12:29

Castello B.za: dieci positivi in meno, aumenta l’età media dei contagiati

«Nel nostro comune, da febbraio a ieri sera, sono state progressivamente contagiate in modo ufficiale 75 persone, di cui 46 già guarite e 29 ancora positive» questo il bilancio della pandemia da Covid-19 fatto dal sindaco Aldo Riva. Tuttavia, poche ore dopo la consueta nota settimanale del primo cittadino - diffusa nella mattinata di sabato 28 novembre - è arrivato un nuovo aggiornamento dalla Prefettura. In base all’ultimo report ricevuto i casi sono ulteriormente diminuiti. Il bilancio dei cittadini attualmente positivi si è assestato a 23. Nell’arco dell’ultima settimana il quadro complessivo vede esattamente dieci casi in meno. Nello stesso periodo sono state 20 le guarigioni effettive, a cui però hanno fatto seguito nove nuovi contagi, segno che il virus Covi-19 non ha ancora smesso di circolare. Un ulteriore caso di positività è stato sottratto dal bilancio complessivo perché relativo a un cittadino non più residente a Castello Brianza. Relativamente ai casi di positività che permangono ancora il sindaco ha spiegato: «Alcune di queste persone sono positive da diversi giorni e sono in attesa di fare il tampone di controllo per verificare se sono diventate negative». Le aspettative sono quindi quelle di un ulteriore miglioramento che dovrebbe avvenire durante la prima settimana di dicembre. A partire dall’inizio del mese di novembre l’Amministrazione comunale ha iniziato a diffondere il dato dell’età media delle persone affette dalla patologia. Nell’arco delle ultime due settimane ha subito un rapido cambiamento. «L’età media delle persone attualmente contagiate – ha spiegato il sindaco - sta crescendo di settimana in settimana. Questo perché alcuni giovani, che erano stati contagiati nei mesi di settembre e ottobre, sono guariti uscendo dalle statistiche e l’età media è salita sopra i quarant’anni». A inizio novembre i cittadini affetti dalla patologia avevano un’età media di 30 anni. Nell’arco della sola scorsa settimana l’età media degli abitanti positivi è passata da 38 anni a 41 e poi a 45 anni. Un primo segnale parziale di come la “seconda ondata” abbia avuto inizialmente diffusione fra le fasce di popolazione più giovane, diffondendosi successivamente fra quella più adulta. Novità sono in arrivo in merito al supporto socioeconomico dato alla cittadinanza. Il sindaco Aldo Riva ha anticipato che – non appena saranno disponibili i fondi ministeriali – il comune ripristinerà i “buoni spesa” già attivati durante la prima fase della pandemia.
L.A.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco