Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 263.299.565
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 11 dicembre 2020 alle 09:48

Ospedale di Erba: progetto di assistenza per il post-Covid

L'ospedale di Erba
Un progetto integrale di assistenza post-Covid. É quanto intende attuare l’ordine ospedaliero di San Giovanni di Dio, di cui fa parte anche l’ospedale Fatebenefratelli di Erba. Di Covid-19 si guarisce ma ricominciare, per molti, è difficile. Il virus lascia dietro di sé conseguenze fisiche e psicologiche in chi ha vissuto in prima persona la sofferenza, ma anche in chi ha subito la perdita di persone care e l’isolamento, la paura e l’incertezza, la crisi economica. Per curare queste ferite nasce il Progetto “Ricominciare” che applica al Covid 19 il carisma dell’Ospitalità di San Giovanni di Dio e interviene su un fronte che non trova ancora una risposta strutturata da parte del servizio sanitario nazionale.
Anche attraverso una raccolta fondi aperta ai donatori privati sarà attivato nelle strutture lombarde dell’ordine ospedaliero un poliambulatorio multidisciplinare che fornirà un’assistenza integrale: presso l’Ospedale Sacra Famiglia di Erba verranno eseguite visite di controllo e interventi diagnostici personalizzati per valutare gli eventuali esiti della malattia, mentre nelle strutture specializzate nella diagnosi e cura delle malattie della mente (Centro Sant’Ambrogio di Cernusco sul Naviglio, Centro Sacro Cuore di Gesù di San Colombano al Lambro e IRCCS San Giovanni di Dio di Brescia) saranno effettuati consulti psicologici, anche da remoto. Chi lo desidera potrà anche intraprendere un percorso di accompagnamento umano e spirituale offerto online dal team di professionisti del servizio di assistenza spirituale e religiosa Fatebenefratelli.
«Proprio grazie alla generosità dei donatori quest’anno l’Ospedale Sacra Famiglia, nei mesi più difficili, ha potuto fronteggiare la pandemia garantendo le migliori cure ad oltre 350 malati - ricorda il Superiore Provinciale Fra Massimo Villa - e in questo momento di sofferenza globale noi possiamo fare la differenza, con azioni competenti e mirate alla loro guarigione fisica, mentale, spirituale, sociale, sostenendo la realizzazione della missione del nostro Fondatore San Giovanni di Dio».  
«La nostra speranza sta nella persona umana, in quello che ha nel cuore - osserva Francesco Stellini, responsabile del dipartimento di comunicazione marketing e fundraising - Crediamo nella possibilità per l’essere umano di sormontare queste “tempesta”. Oggi più che mai vogliamo ripartire dallo sviluppo integrale dell’Uomo, affinché possa ritrovare assieme alla salute nuovi cammini di gioia, di sapienza, di comunione. L’Oggi vuole la scelta, la volontà e nuove forme di impegno. Noi stiamo già costruendo questo futuro, voi volete aiutarci?».
Poiché queste prestazioni non sono coperte dal servizio sanitario nazionale, sono aperti i canali per il sostegno al progetto direttamente sul sito (www.fatebenefratelli.it) o tramite bonifico:
Intestatario del conto: Provincia Lombardo Veneta Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Dio
IBAN: IT48Q0200805364000005292008
SWIFT: UNICRITMMORR
Causale: Progetto Ricominciare
L’Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Dio Fatebenefratelli è presente in 50 paesi dei 5 continenti, con circa 400 opere apostoliche. La Provincia Lombardo Veneta, essendo parte di questa grande comunità ospedaliera, realizza la propria vocazione religiosa dedicandosi al servizio della Chiesa prestando, senza scopo di lucro, attività sanitarie ed assistenziali in particolare nei confronti di malati e bisognosi. La mission della provincia Lombardo Veneta è in primo luogo l’ospitalità realizzata attraverso interventi appropriati di prevenzione, promozione della salute, cura e riabilitazione, che garantiscano ad ogni utente la cura più adeguata al proprio bisogno di salute, in una logica di corretto ed economico uso delle risorse. La provincia lombardo veneta esplica la propria attività assistenziale in quattro contesti regionali differenti (Piemonte, Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia), attraverso nove strutture sanitarie/socio-sanitarie accreditate presso il servizio sanitario nazionale per 2192 posti letto complessivi. I Fatebenefratelli, sulle orme del loro fondatore San Giovanni di Dio, si impegnano a garantire un’assistenza integrale, che pertanto consideri e abbracci tutte le dimensioni della persona umana: fisica, psichica, sociale e spirituale. Tale assistenza umanizzata viene agita ogni giorno grazie alla compartecipazione alla missione da parte dei Fatebenefratelli e dei circa 2200 collaboratori assunti a vario titolo all’interno della Provincia Lombardo Veneta.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco