Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 262.489.384
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 23 dicembre 2020 alle 08:18

Sirtori: in consiglio la variazione al bilancio per buoni alimentari e il nuovo statuto del Parco

A seguito dell'approvazione dell'adeguamento dello statuto dell'Ente per la Gestione del Parco regionale di Montevecchia e della valle del Curone, anche il Comune di Sirtori ha visto modificata la propria quota di proprietà, che è scesa dal 5,70% al 5,28%. La modifica si è resa necessaria dopo che il Comune di Missaglia ha ampliato la quantità di superficie includibile nel Parco di Montevecchia, aumentando la propria quota del 3%. Un'ulteriore novità dello statuto è poi quella relativa alla possibilità sancita dalle nuove modifiche di prevedere una retribuzione per i membri del consiglio di gestione del Parco, che fino ad adesso hanno svolto i loro compiti in modo totalmente gratuito.

Il sindaco Davide Maggioni

Durante la riunione del consiglio, è stata approvata all'unanimità anche la variazione d'urgenza al bilancio, a seguito del contributo statale per la solidarietà alimentare, pari a 14.000 euro circa e che permetterà al Comune di distribuire buoni alimentari alle persone più in difficoltà per via dell'emergenza sanitaria ed economica. Già a partire dalla settimana scorsa è stato infatti reso pubblico il bando per la richiesta dei buoni, i quali saranno erogati mensilmente sulla base delle valutazioni caso per caso effettuate insieme ai servizi sociali del Comune.
Ultimo punto all'ordine del giorno del consiglio è stato infine l'approvazione del piano economico e finanziario del servizio di gestione dei rifiuti, dopo che il regolatore competente ad emanare le linee guide atte a redigere il quadro ne aveva modificato tutti i parametri. Le modifiche hanno infatti portato all'aumento delle cifre spendibili per il servizio da parte del Comune del 1,16%, prevedendo poi un aumento di 3.000 euro per il 2021, quando il costo della TARI aumenterà a 226.000 euro complessivi con l'obbiettivo non dichiarato di Arera di bloccare le tariffe a un tetto massimo. Il costo del servizio rimane comunque relativamente più basso rispetto ad altre regioni.
A fine consiglio il sindaco Davide Maggioni ha poi informato i colleghi sull'avvenuta firma del contratto preliminare per la vendita del centro natatorio di Barzanò, il quale ha dato corso alla delibera dello scorso consiglio comunale che prevedeva appunto il consenso di tutti i comuni parte della convenzione per dare seguito alla compravendita della piscina. L'atto verrà perfezionato nei prossimi mesi e si concluderà con la vendita delle quote di proprietà del Comune di Sirtori agli altri comuni proprietari del centro natatorio (Barzanò, Missaglia e Monticello).
M.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco