Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 285.659.076
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 30 dicembre 2020 alle 14:10

Oggiono: aiuti all’Rsa Sironi, in consiglio posizioni differenti

La RSA di Oggiono
Discussa durante la seduta consiliare di lunedì 28 dicembre, l’interpellanza sull’aiuto finanziario alla Rsa Sironi ha visto l’Amministrazione comunale e la minoranza “Per Oggiono” restare su posizioni diverse.
Il documento, presentato dai consiglieri Debora Acerbi e Lamberto Lietti, ha avanzato alla maggioranza due richieste di chiarimento. La prima relativa al livello di informazioni che l’Amministrazione comunale ha a disposizione sulle condizioni della casa di riposo. La seconda domandava se la stessa Amministrazione avesse valutato di predisporre un sostegno economico a favore dell’Rsa, viste le difficoltà che la struttura ha incontrato durante l’anno 2020, caratterizzato dalla pandemia.
«Questa Amministrazione – ha risposto il sindaco Chiara Narciso durante la discussione – è al corrente delle difficoltà dell’Rsa e della situazione perché siamo stati costantemente in contatto fin dall’inizio della pandemia». Il primo cittadino ha confermato di essere al corrente anche dei «problemi finanziari» sui quali però ha precisato: «Nel 2020 non è stato possibile dare contributi, anche per il fatto che non sono pervenute richieste ufficiali in tal senso e perché la situazione è ancora in fase di chiarimento».
Sulle problematiche finanziarie ha poi chiarito: «Nel momento in cui sarà chiara l’entità dei problemi economici e dei contributi che Regione Lombardia sta dando alla Rsa, alla luce di tutti questi elementi, nel 2021 valuteremo le possibilità e le modalità con cui dare un sostegno economico straordinario».
I chiarimenti giunti dall’Amministrazione comunale non sono stati condivisi dal consigliere Acerbi. «È vero – ha risposto l’esponente di “Per Oggiono” - che l’Rsa non ha chiesto nulla, ma questo magari è legato un atteggiamento, il fatto che non si chieda non vuol dire che non si abbia bisogno». Acerbi, che è anche Presidente della Commissione Servizi Sociali del comune, dopo aver ricordato i costi straordinari che la struttura ha dovuto affrontare per far fronte all’emergenza della pandemia, ha concluso: «Penso che la comunità di Oggiono debba essere amministrata da persone che non dicono mai di no di fronte a una situazione di necessità, al di là del fatto che ci sia o meno una richiesta di aiuto».
L.A.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco