Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 257.094.979
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 12 gennaio 2021 alle 09:00

Rogeno: due frazioni collegate al centro grazie al maxi progetto del Comune

Opere in corso di realizzazione e altre a venire, programmate per il 2021. E' cospicuo l'elenco dei progetti di opere pubbliche che l'amministrazione comunale di Rogeno intende portare avanti, sulla base di quanto recentemente approvato in consiglio comunale.
Ha sintetizzato il sindaco Matteo Redaelli: "Abbiamo in programma una serie di opere, anche di importi non indifferenti. Questo è perché siamo bravi anche a cercare contributi da altri enti. Uno su tutti: nel 2020 il 90% delle opere realizzate, non sono stati a carico del comune. Abbiamo ottenuto 200.000 euro dalla Regione per la nuova illuminazione a Led a cui si aggiungono altri 50.000 euro dello stato per l'efficientamento energetico; il marciapiede di via Ratti è stato finanziato per 130.000 euro con un contributo regionale, la progettazione del marciapiede che da via Sauro arriva a Maggiolino è a carico dello stato così come la progettazione della nuova area verde in via Nazario Sauro, sulla curva di fronte a via Gadda. Infine, abbiamo ottenuto altri 100.000 euro per il torrente Bevera, finanziato al 90% dalla Regione. Il nostro bilancio sta bene anche perché siamo riusciti a ottenere questi contributi".

Rogeno al confine con Merone in località Maglio

Sono cinque le opere che hanno un importo superiore ai 100.000 inserite nel documento unico di programmazione relativo al triennio 2021-2023.
Uno riguarda il secondo lotto di via Fermi, che prevede la realizzazione della pista ciclo pedonale e la messa in sicurezza dall'uscita di via Fermi con l'immissione in via Sauro. Il costo preventivato di 100.000 euro è finanziato con fondi di bilancio.
C'è poi un maxi progetto, del valore di oltre 400.000 euro, che riguarda il collegamento del centro paese alle frazioni Maggiolino e Maglio. L'amministrazione, in questo caso, prevede due lotti distinti per i quali l'amministrazione cercherà di raggiungere bandi di finanziamento. Il primo lotto, per il quale il comune ha ottenuto dallo stato le risorse per avviare la progettazione, prevede una pista ciclo pedonale da via Salvo D'Acquisto a via Maggiolino. Il progetto è ritenuto importante per collegamento della frazione con il centro del paese e perchè è un'area che attrae podisti e ciclisti. Il secondo lotto si propone di collegare Maggiolino al Maglio: in questo caso, si prevede di stipulare un accordo di programma con il comune di Merone, in quanto è un'opera che si trova su una parte di questo paese.

Il sindaco Matteo Redaelli

Un'altra opera è il parcheggio in via Cesare Battisti, con annessa area verde pubblica, per sopperire alla carenza di stalli per auto in centro paese.
Infine, la messa in sicurezza del torrente Bevera in località Spino, dal confine del comune di Molteno fino al confine del comune Costa Masnaga: si prevede il rinforzo delle sponde e la pulizia dell'alveo. L'opera, di 100.000 euro, ha ottenuto un contributo regionale di 90.000 euro, mentre 10.000 euro restano a carico del comune.
Ci sono poi una serie di lavori che non superano un importo di 100.000 euro. Uno riguarda l'efficientemento energetico: il lotto del 2020 sulle vie centrali del paese è in corso di completamento, ma c'è un altro lotto per sostituire le luci pubbliche con lampade a Led. "Oltre a migliorare qualità dell'illuminazione, permette anche risparmio notevole sulla bolletta che è circa del 60% rispetto a quello che paghiamo oggi" hanno stimato dal comune. Il costo preventivo è di 50.000 euro, finanziato con contributi statali.
C'è anche tutto il capitolo delle asfaltature comunali, che non sono state realizzate nel 2021 e dunque saranno realizzate in primavera, appena le condizioni meteo lo consentiranno. Ci saranno lavori su una parte di via XXIV Maggio, su un tratto di via papa Giovanni XXIII e di via Gramsci, su via Calvenzana, oltre alla sistemazione dello scolo delle acque di via Binda. L'amministrazione prevede sopralluoghi per definire altre asfaltature da inserire nel capitolo.

Un'immagine della località Maggiolino

Per la sistemazione di marciapiedi, pozzetti, caditoie, buche, per le quali non serve progetto complessivo, sono stati stanziati 30.000 euro per piccoli interventi puntuali.
Infine, la messa in sicurezza e l'abbattimento barriere in via delle Brianne che prevede interventi di sistemazione dall'incrocio con la Provinciale fino all'incontro con la linea ferroviaria. "E' un tratto di strada che è utilizzato soprattutto dai locali e persone che si spostano a piedi: avendo un sottofondo in ghiaia, presenta avvallamenti e buchi che vorremo ripristinare e sistemare in modo definitivo rispetto a ciò che si forma durante l'anno a causa di temporali" ha specificato l'assessore Massimo Petrollini. Anche in questo caso, i lavori, inizialmente previsti sul 2020, sono stati posticipati a quest'anno.
Al fine di procedere con celerità per realizzare le opere pubbliche già previste nel bilancio 2020 e rinviate all'annualità successiva, sono state apportate rettifiche in merito all'applicazione di un ulteriore avanzo vincolato di 82.500 euro in quanto, seppur finanziate, non erano state impegnate le somme: l'importo di 60.000 euro sarà destinato ad asfaltature di strade comunali, mentre 22.500 euro per via delle Brianne.
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco