Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 263.305.431
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 26 gennaio 2021 alle 10:55

Oggiono: in consiglio l'Imu e nuove regole per i contributi rivolti a enti e associazioni

L'assessore Nadia Crippa
Sono servite oltre due ore di discussione per affrontare i sette punti posti all'ordine del giorno della seduta consiliare di lunedì 25 gennaio a Oggiono. Per quasi tutti gli argomenti trattati il dibattito si è concentrato su aspetti di carattere tecnico. Indispensabili i pareri che di volta in volta sono giunti dal segretario comunale dottor Motolese e dal ragionier Corti.
A partire dalle aliquote Imu riproposte all'aula - come ha spiegato Nadia Crippa, assessore al Bilancio - con le stesse formule in vigore lo scorso anno.
Il dibattito sull'imposta ha offerto a Roberto Ferrari - consigliere di minoranza in quota Lega - l'occasione per esprimere perplessità sulle tempistiche d'approvazione del Bilancio di previsione 2021, ad oggi non ancora adottato. Crippa ha spiegato che l'approvazione del documento economico finanziario, pur essendo quest'ultimo pronto da dicembre, non è potuta avvenire per via di alcune lacune non dipendenti dal comune. A mancare sarebbe il Piano Economico Finanziario - Pef - relativo al tributo Tari corrisposto per lo smaltimento dei rifiuti. Documento che deve essere inviato al comune da Silea, la società a partecipazione pubblica incaricata di svolgere il servizio.
Ferdinando Ceresa - consigliere del gruppo Lega - ha chiesto che venissero introdotte delle riduzioni maggiori sulle aliquote applicate alle abitazioni concesse in utilizzo gratuito a favore dei parenti del proprietario.

Ferdinando Ceresa, consigliere di minoranza (Lega)

In sede di votazione il gruppo consiliare della Lega ha espresso un voto di astensione, mentre ai voti favorevoli della maggioranza si è unito quello del consigliere di minoranza Debora Acerbi del gruppo "Per Oggiono - Lietti Sindaco". Schema di voto che si è ripetuto anche di fronte all'approvazione dei regolamenti per l'applicazione del canone sulla pubblicità e del canone sull'occupazione di aree pubbliche destinate a mercati.
L'unanimità, voluta e ricercata dal sindaco Chiara Narciso, è stata raggiunta di fronte all'approvazione del regolamento per la concessione di contributi a Enti e Associazioni. Due le richieste dei consiglieri leghisti che sono state accolte grazie alla mediazione del primo cittadino: non concedere contributi a realtà che avessero contenziosi legali aperti con il comune o che avessero debiti da saldare con l'Ente. In quest'ultimo caso verrà chiesto ai debitori di concordare con il comune un piano di "rientro" per l'estinzione del debito prima di poter accedere a ulteriori contributi. Michele Negri - vicesindaco con delega alle Politiche Sociali - ha spiegato all'aula come il regolamento «non vuole essere una semplice procedura burocratica, ma un ulteriore tassello di un percorso [...] di promozione della partecipazione dei cittadini». Acerbi ha accolto con favore il documento perché consentirà l'elargizione di contributi straordinari a Enti come la fondazione "Sironi" che gestisce l'Rsa cittadina.

Debora Acerbi, consigliere di minoranza (Per Oggiono)

Al termine della seduta i consiglieri comunali hanno approvato all'unanimità il riscatto dei 1068 punti luce della rete di illuminazione pubblica di proprietà di Enel Sole. Un passaggio imposto dalla normativa nazionale che consentirà al comune di gestire in autonomia gli impianti di illuminazione pubblica.

L.A.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco