Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 263.298.283
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 29 gennaio 2021 alle 10:34

Bosisio: manutenzione scarsa? ‘La minoranza vede le mancanze, non i fatti’

Il vicesindaco Andrea Galli
“Manutenzione del paese scadente, per non dire inesistente, secondo Bosisio Viva. Devo dire che vedono fin troppo bene le mancanze, ma forse non hanno la vista sufficiente per vedere i lavori che sono stati fatti”. Le parole sono di Andrea Galli, vicesindaco di Bosisio Parini e assessore al bilancio, dopo le aspre critiche mosse dal gruppo di minoranza che ha contestato all’amministrazione tempi fin troppo dilatati negli interventi di manutenzione del paese: le pensiline per l’attesa dell’autobus, la staccionata a lago, il muro e la tettoia al cimitero. Proprio su quest’ultimo punto si è soffermato Galli, provando a fare chiarezza sulle ragioni di questo ritardo. “La sistemazione della tettoia al cimitero è un intervento che stiamo portando avanti da qualche mese. Siccome è stato causato dal maltempo, abbiamo attivato l’assicurazione. Prima di intervenire, quindi, volevamo essere sicuri di avere da parte dell’associazione la copertura dell’intero costo. Non eravamo rimasti fermi: avevamo chiesto tre mesi fa i preventivi che si aggirano attorno a 15.000 euro. Non è di certo una cifra irrisoria, come vuol far credere Bosisio Viva. Vogliono farlo passare come un intervento semplice, ma l’importo economico e il coinvolgimento dell’assicurazione hanno allungato i tempi. A bilancio non abbiamo disponibili queste risorse per gli interventi straordinari”. Proprio l’altro giorno è arrivata al comune la conferma dell’assicurazione di aderire alla richiesta di rimborso della somma. A questo punto, però, la cifra dovrà essere inserita nel bilancio preventivo che, per altri motivi, non sta correndo. “Stiamo aspettando le tariffe della Tari da Silea: questo non ci permette di portare avanti il bilancio di previsione. Se, come ci hanno confermato, ci forniranno presto questi dati, dovremmo riuscire ad approvare il bilancio verso la fine di febbraio e spero che subito si possa procedere con la sistemazione della tettoria”.
L’area del cimitero, tuttavia, è stata messa in sicurezza. I pezzi della tettoia in policarbonato che erano a rischio caduta sono stati asportati.
Bosisio Viva, però, ha ampliato l’elenco delle scarse manutenzioni, citando due opere pubbliche che hanno avuto lunghi tempi di realizzazione: la palestra e via Parini. Su questo punto, Galli ha spiegato: “Sappiamo che questo cantiere è andato per le lunghe a causa di una serie di problematiche dovute a un intervento di Lario Reti Holding. Questo ha scombussolato il crono programma iniziale dato che non era previsto. Poi c’è stato il problema sul fondo, con la pioggia che ha distrutto il fondo scoperto. Bisognava anche far combaciare le due aziende”. Il cantiere si è protratto per oltre tre mesi, con i conseguenti disagi per le famiglie che risiedono nel vecchio nucleo del paese.  “Non nascondo che ci siano stati cantieri che non sono andati bene, ma sono casi isolati – ha commentato Galli - Non mi sembra corretto né veritiero da parte di Bosisio Viva fare dichiarazioni come se tutto fosse una catastrofe. E’ sempre facile criticare la mancanza quando davanti agli occhi ci sono i lavori terminati”.  
Capovolgendo la visione della minoranza, Galli si concentra sugli interventi messi a programma: “Stiamo portando avanti la sistemazione della passeggiata lago ed è stato assegnato l’appalto per le asfaltature per 100.000. Tempo permettendo, i cantieri verranno presto aperti. Altri due interventi di manutenzione ordinaria abbastanza grossi, fatti in questo mese, sono la sistemazione dei pruni selvatici verso Cesana e la sistemazione dello scolo delle acque al parco di Garbagnate”.


Articoli correlati:
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco