Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 298.895.227
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 05 febbraio 2021 alle 16:38

Democrazia reale e democrazia virtuale

In Italia ci riempiamo la bocca con l'affermazione di stato democratico, paese dove si eleggono liberamente i nostri rappresentanti che devono governare il paese, il tutto rispettando la Costituzione. Siamo liberi e democraticamente possiamo esprimere le nostre opinioni o condannare stati che non la pensano come noi. Esprimiamo dissenso su paesi accusandoli di sovranismo perché non si allineano al nostro pensare ma rispondono alla maggioranza che li hanno votati. (Questa è democrazia reale). Chi vince governa rispettando le costituzioni del loro paese. In Italia ormai se ne sono accorti anche gli studenti delle elementari la democrazia è Virtuale. Se vinci non governi. Perché? In Birmania hanno fatto un colpo di stato in questo mese, portando al governo i militari, in Italia il colpo di stato è stato fatto già vent'anni fa. Non militari ma Magistrati che hanno preso il potere alla faccia della Costituzione. Quello che si sospettava ormai è certezza. Sta vuotando il sacco Palamara che messo fuori dalla magistratura non vuole essere l'agnello sacrificale di questo potere occulto. Non troppo se alla cima della piramide del CSM si trova il Presidente della Repubblica. Dal 2006 fino al 2015 Presidente era Napolitano (È stato l'unico capo dello Stato a essere stato membro del Partito Comunista Italiano, . Il 20 aprile 2013 venne rieletto alla presidenza, divenendo il primo presidente della Repubblica italiano a essere chiamato per un secondo mandato[2], oltre che il più anziano al momento dell'elezione nella storia repubblicana. È stato anche il più anziano capo di Stato d'Europa nonché terzo al mondo, preceduto solamente dal presidente della Repubblica dello Zimbabwe Robert Mugabe e da re Abd Allah dell'Arabia Saudita)
Oggi in Italia una parte della politica di sinistra lancia offese e accuse all'opposizione accusandola di fascismo e sovranismo ,quando i fatti dimostrano l'esatto contrario.
Prima di togliere la pagliuzza nell'occhio di tuo fratello, togli la trave che c'è nel tuo.
R.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco