Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 270.251.663
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 13 febbraio 2021 alle 11:41

Oggiono, Bachelet: 33 studenti conciliano lo studio con la pratica sportiva agonistica

La dirigente scolastica Anna Panzeri
Studenti atleti. E' possibile conciliare lo studio con la pratica sportiva a livello agonistico? A quanto pare sì e non si tratta di un paio di casi isolati, ma di ben 33 giovani distribuiti in tutte le classi. La pratica è si sta diffondendo tra gli studenti dell'istituto Bachelet di Oggiono che, pur continuando a seguire una passione coltivata negli anni, non rinunciano alla formazione e si pongono come obiettivo anche il titolo di studio della scuola superiore. L'istituto, d'altro canto, pone le condizioni perché i ragazzi inseguano il loro più grande interesse da professionisti.
Si tratta di una nicchia di ragazzi per i quali viene predisposto un progetto formativo personalizzato come previsto dal Ministero dell'istruzione che fino a qualche anno fa aveva avviato la sperimentazione di questo programma. "La finalità del progetto ministeriale, nel riconoscere il valore dell'attività sportiva nel complesso della programmazione educativo-didattica della scuola dell'autonomia e al fine di promuovere il diritto allo studio e il conseguimento del successo formativo, tende a permettere a studentesse e studenti impegnati in attività sportive di rilievo nazionale, di conciliare il percorso scolastico con quello agonistico attraverso la formulazione di un Progetto Formativo Personalizzato" ha spiegato la dirigente Anna Panzeri. "Dopo i primi anni di sperimentazione, ora il progetto è strutturato e risulta impegnativo anche per le insegnanti che per ogni disciplina devono dare specifiche indicazioni su come devono adeguare il lavoro".
La procedura per attivare il programma è abbastanza complessa e comporta in primo luogo la predisposizione on-line del progetto formativo personalizzato (PFP) da parte del referente di progetto, che raccoglie i documenti redatti dai consigli di classe. Si provvede poi all'aggiornamento dei requisiti sportivi per il riconoscimento dello status di studente-atleta di alto livello, l'inserimento nella piattaforma della relativa documentazione e a fare il monitoraggio.
Il consiglio di classe individua, per ciascun studente-atleta, il docente referente di progetto interno (tutor scolastico) e il referente di progetto esterno (tutor sportivo segnalato dal relativo Organismo Sportivo di riferimento).
Per l'anno scolastico 2020-2021 sono stati predisposti progetti per 33 studenti, tra cui figurano 21 ragazze e 11 maschi. Di questi, poco meno della metà, frequentano le diverse classi del liceo scientifico ad indirizzo sportivo (15 studenti) mentre gli altri sono iscritti ad altri indirizzi (liceo scientifico, scienze applicate e linguistico).
L'attività sportiva in cui sono impegnati i giovani studenti è varia: la gran parte pratica il calcio (sono dieci studenti, tra cui due ragazze), mentre gli altri praticano nuoto, ciclismo, canottaggio, atletica leggera, arrampicata, ginnastica, pallamano, pallavolo e pallacanestro.
"Per il nostro istituto è fondamentale garantire il diritto all'istruzione ai ragazzi e alle ragazze che praticano sport a livello agonistico - ha commentato la dirigente scolastica - Per questo motivo cerchiamo di garantire le migliori condizioni affinché possano conciliare impegni scolastici e sportivi. L'esperienza della didattica a distanza ci consente di raggiungerli anche quando non possono essere fisicamente in aula e questo è un ottimo strumento per poter dare continuità al loro percorso di studi".
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco