Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 263.299.648
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 18 febbraio 2021 alle 12:55

Dolzago: Liliana Segre risponde agli alunni della primaria

In occasione della Giornata della Memoria, il mese scorso, gli alunni della classe quinta della scuola primaria di Dolzago hanno inviato una poesia alla Senatrice Liliana Segre racchiudendo tutte le emozioni ed i pensieri frutto di un periodo di approfondimento e riflessione su ciò che è avvenuto.

Liliana Segre

La risposta della Senatrice non si è fatta attendere: "Care bambine, cari bambini della Scuola Primaria di Dolzago, grazie per la poesia e le testimonianze che avete voluto inviarmi. Sono parole e immagini toccanti, che dimostrano l'importanza del lavoro che con i vostri insegnati e le vostre famiglie state facendo sul tema della memoria della Shoah, cioè della più grande tragedia della storia dell'umanità. Nella vostra poesia scrivete: siamo "tutti speciali". È proprio così, ogni persona lo è. Ogni persona ha la sua identità, i suoi valori, i suoi diritti. È dovere di ognuno di noi, cittadini e soprattutto autorità, rispettarli e valorizzarli".

Nel 2019 il paese di Dolzago ha conferito alla Senatrice, testimone e superstite della Shoah, la cittadinanza onoraria sottolineando l'importanza di tenere vivo il ricordo di quei drammatici avvenimenti. "Siamo davvero onorati di avere quale concittadina una persona di così alto spessore morale, che tiene viva la testimonianza dell'orrore che fu, e che speriamo vivamente non debba ripetersi" ha detto il sindaco Paolo Lanfranchi, che ha subito inoltrato la risposta della Senatrice agli alunni. "L'ho fatta pervenire ai ragazzi stessi, che saranno senza dubbio emozionati, e che potranno avere un ricordo da custodire per sempre".

"Da qualche tempo ho anche l'onore di essere vostra concittadina onoraria, purtroppo ragioni di età, di salute e di sicurezza, oltre i noti attuali divieti, mi impediscono di essere presente in città come vorrei, ma ci tengo che giunga a tutti voi, alle vostre famiglie, alle autorità del vostro, anzi nostro Comune, un sentito ringraziamento e un caloroso abbraccio" ha detto la Senatrice, sperando, in un futuro, di poter fare visita agli alunni.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco