Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 272.564.516
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 18 febbraio 2021 alle 14:08

Casatenovo: in scena a Villa Mariani 'C'è stato un tempo in cui', il 20

Continua il costante impegno della Direttrice Artistica Irene Carossia e degli artisti delle due compagnie stabili per offrire Teatro, Arte e professionismo al pubblico.
Nonostante infatti la protratta chiusura del Teatro, il lavoro dei professionisti all’interno del Centro di Ricerca e Sperimentazione Teatrale Villa Mariani non si è mai fermato, un’instancabile ed ostinata volontà di rimanere vicino alla gente ricordando l’insostituibile valore del Teatro è ciò che guida la Direttrice ad andare avanti.
Donna e artista coraggiosa e determinata capace di spronare quotidianamente i suoi artisti a non cedere alla fatica dell’assenza del pubblico in sala, essendo sempre la prima a mettere in gioco il proprio professionismo ad ogni nuovo impegno.
Sabato 20 Febbraio l’offerta al pubblico in diretta streaming è di uno spettacolo di grande ironia e assicurato divertimento: C’E’ STATO UN TEMPO IN CUI.


Splendido vortice di intelligente ed elegante comicità nel quale si racconta il travaglio di una autrice teatrale alle prese con due intriganti ed invadenti personaggi che vorrebbero vivere a prescindere dall’ispirazione della protagonista.
Uno spettacolo, scritto e diretto da Irene Carossia, che è un grande atto di amore nei confronti proprio della drammaturgia, la scrittura teatrale, complesso mondo fatto di ispirazione, travaglio e visioni che danzano nella mente di chi scrive.
Visioni che in palcoscenico si materializzano nei due personaggi che, tuttavia, cercano di sfuggire al controllo dell’autrice, ingaggiando con lei una sorta di battaglia che si dipana in un alternarsi costante di battute che portano la scena a mutare costantemente.
Un’autrice che pare affranta dalla mancanza di ispirazione, sorda alle richieste dei suoi personaggi, chiusa nell’autocelebrazione di se stessa ma che, in realtà, sa esattamente dove e come muoversi.
Un omaggio al teatro, alla scrittura teatrale, al valore della parola e dell’anima che scivola in palcoscenico nella necessità di raccontare la vita.
Una imperdibile Luisa Caglio nel ruolo dell’autrice, elegante e sognatrice, pragmatica e determinata, una grande prova di ironia per lei completamente a suo agio in questo ruolo.
Irene Carossia e Samuele De Paz sono perfetti nelle vesti dei due personaggi, folli ed incongruenti, litigiosi e bisognosi di cura, capaci di esprimere una comicità travolgente e trascinate.
I loro corpi si prestano ad essere materia metamorfica dell’immaginario dell’autrice.
Uno spettacolo da non perdere perché, se è vero che il teatro è anche fonte di divertimento, è anche vero che il suo ruolo primario anche nella comicità rimane quello di regalare bellezza e pienezza umana, oltre che meraviglia e potenza espressiva.
Restate con noi affinché il nostro impegno di resistenza continui ad apparirci sensato.
Il teatro non è realtà sacrificabile, è luogo primario di Cultura e confronto umano, non è rinunciabile perché è espressione dell’anima umana.

Testo e regia

IRENE CAROSSIA
Personaggi ed interpreti:
La Drammaturga – LUISA CAGLIO
I personaggi – IRENE CAROSSIA e SAMUELE DE PAZ
Audio: Lorenzo Rivolta
Luci: Valerio Villano
Regia Video: Paola Manzoni
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco