Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 293.267.002
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 19 febbraio 2021 alle 16:55

Barzanò: piscina ancora chiusa, gestione prorogata a Effetto Sport sino ad agosto

Se ad oggi la data di riapertura del centro natatorio di Barzanò non è stata ancora ufficializzata - in attesa di indicazioni da parte degli enti superiori in considerazione dell'emergenza sanitaria in corso - i comuni proprietari dell'impianto situato in località Villanova hanno concesso un'ulteriore proroga al gestore, la società Effetto Sport.
Lo scorso settembre, in virtù del Dpcm e dell'impossibilità per la piscina di lavorare, la data di scadenza della convenzione era slittata alla fine dell'anno; con l'inizio del 2021 i comuni di Barzanò, Missaglia e Monticello - i soli titolari della struttura dopo la decisione assunta da Casatenovo, Cremella e Sirtori di alienare le quote - hanno deciso di prorogare i termini sino alla conclusione dell'estate per garantire, al momento della riapertura, la continuità del servizio erogato all'utenza. A quel punto, tenendo conto anche della situazione epidemiologica che si registrerà in quel preciso momento, le amministrazioni sceglieranno in che modo procedere con il servizio.


Nel frattempo però, sono state assunte decisioni anche per quel che riguarda il pagamento del canone di affitto, così come da richiesta di Effetto Sport, che attraverso una missiva inviata al Comune di Barzanò nel mese di novembre, aveva chiesto di esserne esentata.
A questo proposito, come ci ha spiegato il sindaco Giancarlo Aldeghi, è stato stabilito che la società dovrà saldare quanto dovuto per il 2020 entro la fine del mese di marzo mentre non pagherà alcun canone per il periodo del 2021 fino alla fine di agosto, tenendo conto del lungo periodo in cui la piscina non ha potuto di fatto essere operativa.
Si tratta di decisioni che stanno assumendo in autonomia i comuni proprietari dell'impianto, dopo appunto l'avvenuta sottoscrizione di un preliminare di compravendita con il quale le tre amministrazioni (Barzanò, Monticello, Missaglia) si impegnano ad acquistare le quote di proprietà in diritto di superficie dei Comuni di Casatenovo, Cremella e Sirtori e a siglare una nuova convenzione per la gestione della piscina.



G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco