Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 263.699.332
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 21 febbraio 2021 alle 15:42

Missaglia: artista poliedrico ed innovativo a 360 gradi, Gabriele Pirovano si racconta

Un uomo dal talento innato, di grande simpatia ed estro. E' Gabriele Pirovano, artista a 360 gradi con un'energia e una voglia di sperimentare inesauribile.
Residente a Missaglia, ha lavorato per molto tempo come parrucchiere a Casatenovo e da anni è considerato il padre nonchè brevettatore di una nuova forma artistica del tutto nuova e sorprendente, la Genetik Art. Si tratta di una tecnica che prevede l'utilizzo di capelli umani per la realizzazione di intensi ritratti e suggestivi angoli di grande successo anche a livello nazionale.

Nella collezione dell'artista ci sono parecchie opere realizzate con l'uso di calze di nylon con cui ha composto per esempio la bellissima "Via Crucis", di cui va particolarmente fiero, fatta da sedici pannelli ognuno dei quali è accompagnato da una frase appositamente scelta per rendere ancora più intenso il sentimento di chi guarda. ''Ciò che colpisce particolarmente sono i colori: non esiste un pannello con un cielo della stessa tonalità'' ci ha detto l'artista.
Di particolare impatto visivo ed emozionale sono i ritratti con i capelli, nello specifico quelli dedicati a religiosi come Papa Giovanni Paolo II, o il Cardinal Luigi Tettamanzi, il quale lo ha poi ricevuto di persona per ringraziarlo della sua opera. Non bisogna dimenticare i ritratti degli animali come "Cane Sthi-tzu" o i bellissimi "Gatti" realizzate con particolari tecniche da lui inventate come quella ''a velo'' e quella ''a piumino'' in base alla trasparenza dei capelli. Ognuna delle opere contiene all'interno il DNA di persone diverse, e questo contribuisce a renderle uniche ed inestimabili. Basti pensare per esempio al "Ritratto di famiglia con moglie e figli", particolarmente caro all'artista in quanto contiene i capelli di tutti i componenti. Di rilievo sono anche le cornici, alcune delle quali, da lui stesso realizzate, che permettono all'opera di non rovinarsi e di mantenere il volume naturale del pelo o capello.

Questa particolare espressione d'arte ha portato Gabriele Pirovano ad accrescere la sua popolarità e l'alta considerazione a livello critico, molto richiesto a più riprese per l'esposizione la valorizzazione delle sue originali opere da Vicenza a Locarno e apparso in varie trasmissioni televisive come Canale5, Telenova, Teleradiocarlo e MonzaBrianza TV, nel 1999 è poi stato ospite ad una puntata del programma "Buona Domenica"di Maurizio Costanzo. In Tv ha spiegato che cos'è la Genetik Art e il conduttore si è complimentato personalmente con l'artista.
Degne di nota sono anche le sculture realizzate dall'artista cariche di concentrazione e valenza simbolica, ottenute lavorando il legno, il granito e le pietre tipiche della zona come la pietra molera e il serizzo, di questa categoria troviamo "L'Indiano", "Tutankhamon", il "Family day" e molti altri.
Sotto la spinta innovativa e l'entusiasmo innato, Gabriele Pirovano è giunto alla realizzazione di nuove opere realizzate con peli di cani e gatti, e - proprio per questo motivo - è diventato anche il creatore di una nuova tecnica simile alla precedente, ma che prende il nome di Genetik Dog.

"Si tratta anche in questo caso di bassorilievi ottenuti trattando peli di animali. Per me è stata una sfida in quanto sono molto più difficili da lavorare essendo più sottili. Il sottopelo degli animali aiuterebbe a rendere più schiumoso e vaporoso il ritratto, ma non è impresa facile" ha raccontato Pirovano. Per ora le opere realizzate con questa tecnica vedono l'utilizzo di animali a pelo lungo; un esempio è dato dal bellissimo "Balù", ritratto del cane dell'artista realizzato con i peli del manto dell'animale. ''Mi piacerebbe esporre queste opere ad una mostra canina se ce ne fosse la possibilità'' ci ha confessato l'artista.
''Un'arte che appassiona e va sperimentata, scoperta alla quale non c'è una soluzione ovvia. Davanti alle mie opere bisogna ragionare e capire il significato simbolico che io, artista, gli ho voluto conferire senza fossilizzarsi sulla prima impressione ma ampliando il proprio punto di vista'' ha proseguito Pirovano.
Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):

Le sue opere non sono destinate alla vendita, ma alcune delle sue realizzazioni come "Il Cristo evocazione Sacra" e l'olio su tela con capelli "Ali nel cielo" saranno donate personalmente dall'artista ad alcune associazioni del territorio per la lotta contro il Parkinson e contro la sclerosi multipla dal momento che sono realizzate con capelli di persone colpite dalla malattia.
Famoso nel suo ambito Gabriele Pirovano aspira a farsi conoscere sul territorio cercando di portare la sua Genetik Art ad un livello superiore apprezzato da tutti. "Un mondo di arte e di poesia, lievemente magico e insieme profondamente realistico, sensibile alle più impalpabili sfumature dello spirito quanto attento alle grandi trasformazioni storiche e sociali" secondo le parole del professor Silvano Valentini.

Ciò che si propone di fare l'artista in futuro è di riuscire a realizzare anche ritratti con animali a pelo corto, di difficilissima realizzazione, ma l'artista è determinato alla buona riuscita dell'impresa. In cantiere ci sarebbe anche il piccolo sogno di realizzare un ritratto con i capelli dell'attuale pontefice Papa Francesco.
Marina Temperato
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco