Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 269.804.402
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 01 marzo 2021 alle 11:53

Bosisio nel cuore sugli stalli di V.Manzoni, chiusi da 7 mesi

Parcheggio di via Manzoni-via Calchirola a Bosisio Parini ancora transennato, dopo sette mesi. Quando verrà ripristinata la pavimentazione? È, in sintesi, la richiesta del gruppo di minoranza Bosisio nel cuore che ha nuovamente predisposto un’interpellanza consiliare rivolta al gruppo di maggioranza: l’opposizione aveva già avuto modo di sollevare, lo scorso ottobre, alcune richieste al sindaco Andrea Colombo (CLICCA QUI per leggere l'articolo).




“Il parcheggio oggetto della nostra seconda interpellanza consiliare si trova in via Manzoni, incrocio con via Calchirola. Si tratta di un parcheggio realizzato quattro anni fa da un privato e poi ceduto gratuitamente al Comune a scomputo oneri (nel prato adiacente è prevista la costruzione di alcune villette)” ha ricordato il consigliere Paolo Gilardi, rievocando quanto accaduto negli scorsi mesi. “A luglio 2020 è avvenuto il primo cedimento del fondo in autobloccanti. L'area è stata transennata ma nulla è cambiato per alcuni mesi. A ottobre 2020 il gruppo Bosisio nel Cuore ha presentato in consiglio comunale un'interpellanza al Sindaco per chiedere lumi sulle cause che hanno portato al cedimento, ma anche informazioni sulle tempistiche di riapertura del parcheggio con relativi costi. In quella sede il Sindaco ha assicurato l'esecuzione di una videoispezione a cura di Lario Reti Holding per accertare cause e responsabilità, ipotizzando per novembre la riapertura del parcheggio" (CLICCA QUI per leggere l'articolo). 


Nel frattempo sono trascorsi altri quattro mesi, senza che nulla sia cambiato. “Ad oggi il parcheggio risulta ancora transennato e parzialmente inagibile. Ricordiamo che l’area interessata dal cedimento è ben maggiore rispetto a quella di soli 3 posti auto. Infatti la transenna è stata probabilmente arretrata da qualcuno che non trovando spazio per parcheggiare ha deciso di farlo a suo rischio e pericolo sulla parte ammalorata”.
Quindi la decisione di mettere sotto la luce il problema: “Arrivati a fine febbraio 2021, nulla è cambiato. Abbiamo quindi riproposto un'interpellanza che ha ancora gli stessi interrogativi, tuttora senza risposta”. Il testo sarà oggetto di discussione nel consiglio comunale in programma per mercoledì 2 marzo. 
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco