• Sei il visitatore n° 361.800.030
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 05 marzo 2021 alle 19:24

Bulciago, Sicor: all’incontro regionale anche sindaco e assessori

Cattaneo al presidio indetto a fine febbraio dai lavoratori
Anche il Comune di Bulciago ha partecipato alla video call di questa mattina nell'ambito dell'incontro regionale per fare il punto sul futuro della Sicor-ex Teva.
Erano presenti infatti, a tutela dell'ente, il sindaco Luca Cattaneo insieme al vicesindaco Raffaella Puricelli e all'assessore ai lavori pubblici Tonino Filippone, i quali hanno espresso in modo congiunto il pensiero dell'amministrazione.
Le preoccupazioni del Comune sono, infatti, sempre le medesime, legate cioè sia al destino di quelle 109 persone che ora rischiano di perdere il posto di lavoro, ma anche per le conseguenze ambientali del sito e alla prevista bonifica.
Per quanto riguarda il primo punto - dunque la tutela della forza lavoro - durante la video conferenza è emerso che dopo gli ultimi incontri fra prefetto, azienda e sindacati, sembra intravedersi uno spiraglio di speranza sulla ricollocazione di parte dei dipendenti, poiché l'amministratore delegato stesso della società ha aperto alla possibilità di ragionare seriamente sulla possibile vendita dello stabilimento di Bulciago ad eventuali acquirenti interessati.
Nel merito, sia Regione, sia Provincia si sono dette disponibili e pronte a fare la propria parte affinché si possa trovare la soluzione migliore possibile viste le circostanze.
Sul secondo tema, invece, ciò che preme davvero al Comune di Bulciago è che l'opera di bonifica del sito venga completata in ogni caso, e ancora una volta la Regione stessa ha rassicurato che sarà in prima fila per supervisionare che il processo possa continuare e infine concludersi, mentre l'azienda ha ribadito che nelle proprie intenzioni c'è assolutamente quella di lasciare il sito pulito a fine anno, senza interromperne la bonifica.
Sindaco e assessori si sono detti anche favorevoli all'idea dell'alienazione, ma ciò deve comunque avvenire in modo tale da mettere il potenziale futuro acquirente nei panni di poter fornire tutte le garanzie necessari in termini ambientali per non ricreare ancora una volta una situazione problematica.
"Mi ha fatto piacere poter essere presente alla conferenza e confido nella possibilità che un terzo soggetto possa prendere in mano l'azienda per poter ricollocare i dipendenti, ma come amministrazione ci auguriamo anche che esso abbia le potenzialità e la serietà giusta verso i lavoratori e verso l'ambiente. È un piccolo spiraglio che si è aperto, ora dobbiamo lavorare tutti in modo coordinato nella giusta direzione" ha concluso il sindaco Cattaneo, al termine dell'incontro di questa mattina.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco