Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 298.764.201
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 10 marzo 2021 alle 16:37

Missaglia, un lettore: un saluto a mia moglie, bloccata in Thailandia dal lavoro e dal Covid

In occasione della festa della donna - celebrata lunedì 8 marzo - abbiamo ricevuto un messaggio particolare: quello di Lorenzo e Mario, padre e figlio residenti a Missaglia che hanno approfittato della ricorrenza per esprimere pubblicamente un pensiero alla loro (moglie e mamma) Som, che non vedono da tanti mesi ormai.



Lorenzo, Mario e Som

Thailandese, Som è costretta a rimanere nel suo Paese di origine per ragioni legate sia lavoro, sia alla pandemia in corso. Mantenere un rapporto virtuale con lei è semplice grazie ai ''social'', ma poterla vedere di persona e riabbracciare avrebbe un sapore decisamente speciale. E chissà che al più presto Lorenzo e Mario non riescano a farlo. Noi glielo auguriamo e intanto, pubblichiamo qui di seguito il loro messaggio, arricchito da ulteriori dettagli ricevuti quest'oggi:

Mi chiamo Lorenzo e abito a Missaglia. Molti anni fa sono partito per la Thailandia dove sono rimasto per ben quindici anni.
Ho conosciuto una bellissima ragazza, ci siamo sposati e abbiamo avuto un figlio che si chiama Mario e che ora ha quasi 12 anni.
Da cinque anni Mario frequenta le scuole in Italia: così abbiamo deciso di comune accordo in famiglia.
Som, mia moglie, non può stare molti mesi in Italia in quanto fra tutti i lavori che svolge in Thailandia, è anche militare della DEA (organo per l'applicazione delle politiche sulle droghe ndr).
Poi ci si è messo pure il Covid 19 a complicare le cose: lei bloccata là e noi qui ad aspettarla da quasi due anni. Lo so, ci si può vedere tramite messanger e i social, ma non è la stessa cosa: le vogliamo bene e ci manca tanto.
Speriamo finisca tutto presto per poterci vedere e abbracciare come facevamo prima.

Un saluto da Lorenzo e Mario

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco