Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 297.633.806
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 17 marzo 2021 alle 13:30

Annone: ignora l'alt della Polizia, dopo un inseguimento 23enne fermato per spaccio

Un arresto per spaccio da parte degli agenti delle volanti della Questura di Lecco, dopo quello scattato l'altro giorno grazie ai colleghi della squadra mobile. Nella giornata di martedì durante un servizio di controllo del territorio ad Annone, un'auto con a bordo due soggetti è stata ''palettata'' dalla Polizia. Invece di fermarsi, il conducente del mezzo ha premuto il piede sull'accelleratore, dandosi a precipitosa fuga. E' scattato dunque un inseguimento per le strade del comune oggionese, con gli agenti riusciti poi a bloccare l'auto. Se il conducente si è dileguato a piedi, facendo perdere le proprie tracce più o meno in corrispondenza del Golf Club, il passeggero è stato fermato dalla Polizia e sottoposto a perquisizione, estesa anche all'abitacolo dell'auto dove sono stati rinvenuti 5 grammi di hashish e 11 di cocaina. Ai suoi polsi sono dunque scattate le manette per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza. Stamani il soggetto di nazionalità marocchina, Haddik Fettallah, classe 1997, è stato accompagnato in tribunale a Lecco per essere sottoposto a processo con rito direttissimo al cospetto del giudice in ruolo monocratico Nora Lisa Passoni. Il suo difensore di fiducia, l'avvocato Amedeo Rizza del foro di Milano, ha anticipato l'intenzione di ricorrere al rito abbreviato, con l'udienza rinviata al prossimo 7 aprile per la discussione.
Nell'applicare al fermato la misura del divieto di dimora in provincia di Lecco, il giudice non ha convalidato l'arresto per il reato di resistenza, ma unicamente per la detenzione ai fini di spaccio.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco