Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 269.786.584
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 18 marzo 2021 alle 22:26

Molteno: la palestra sarà hub per le vaccinazioni di massa. Sindaco, ''era un dovere segnalarla''

La palestra comunale di Molteno è stata individuata come centro per la vaccinazione massiva relativa alla fase due, che partirà non appena si chiuderanno le somministrazioni per gli ultra ottantenni. Lo ha reso noto, nel tardo pomeriggio di quest'oggi, ATS Brianza, dopo la visita, in mattinata, di Guido Bertolaso, consulente di Regione Lombardia che affianca il lavoro dell'assessore alla sanità Letizia Moratti nella lotta alla pandemia.
"C'è tanta confusione attorno alla questione vaccini - ha spiegato il primo cittadino di Molteno e presidente della conferenza dei sindaci dell'oggionese Giuseppe Chiarella - Noi sindaci lo abbiamo saputo attraverso un'informativa di ATS. Nessuno ci aveva anticipato nulla".

La palestra comunale Elio Mauri di Molteno

Molteno aveva messo a disposizione della campagna vaccinale uno spazio reputato idoneo dall'amministrazione: ATS aveva contattato il Comune, chiedendo le sezioni per valutare la struttura. A distanza di pochi giorni, è arrivata la comunicazione: Molteno è stato scelto come polo vaccinale. Non sono tuttavia noti, al momento, i comuni che dovranno gravitare attorno a questo spazio.
"Avevo indicato la palestra, ritenendo che fosse un dovere per chi poteva, mettere a disposizione un luogo che andasse a raccogliere il bacino della bassa Brianza - ha proseguito Chiarella - Io mi sono voluto spendere perché credo che la palestra si presti bene allo scopo: lo ritengo un posto idoneo. ATS lo considera ideale per dimensioni e per logistica, con una buona presenza di parcheggi".
La palestra dedicata Elio Mauri è uno spazio di 900 mq, sottoposto a completa costruzione e inaugurato nel 2017: qui verranno attivate nove linee di vaccinazione. Il Palatautrus di Lecco, per intenderci, con i suoi 1500 mq di spazio, ospiterà 15 linee.
La struttura si trova nel cortile della scuola secondaria ma è da essa separata. Qualora dovessero riaprire gli istituti scolastici, l'amministrazione intende mettersi in contatto con la parrocchia per proseguire le attività al palazzetto dell'oratorio, raggiungibile a piedi in pochi minuti.

Il Palabachelet a Oggiono

Molteno sarà dunque il polo per le vaccinazioni di massa. Resta invece ancora da sciogliere il nodo del Palabachelet di Oggiono che la conferenza dei sindaci dell'oggionese aveva indicato come luogo per le vaccinazioni degli ultra ottantenni. Secondo quanto dichiarato quest'oggi da Bertolaso, questi hub già in uso dovrebbero rimanere tali anche per la fase successiva, quella delle vaccinazioni al resto della popolazione,con partenza prevista verso la metà di aprile. Parole che però non trovano conferma tra i sindaci che, nel merito, non hanno ancora ricevuto indicazioni. "Anche noi ci siamo stupiti che il Palabachelet non fosse inserito nell'elenco" ha commentato Chiarella.
Per ora resta la certezza che la struttura in zona Bersaglio a Oggiono sarà destinata alla vaccinazione degli anziani: entro la fine del mese dovrebbero partire le inoculazioni grazie alla disponibilità dei medici di medicina generale, sotto il coordinamento della cooperativa Cosma. La conferma è attesa a breve.
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco