Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 272.566.023
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 24 marzo 2021 alle 08:40

Sirtori: approvato l’ultimo DUP e bilancio di previsione dell'attuale amministrazione

È stato approvato martedì sera l'ultimo bilancio di previsione dell'amministrazione comunale di Sirtori guidata dal sindaco Davide Maggioni, che accompagnerà i prossimi mesi di fine mandato verso le nuove elezioni previste il prossimo autunno. L'approvazione all'unanimità è giunta durante la seduta di consiglio comunale svoltasi in videoconferenza nella prima serata, durante la quale sono state votate anche altre delibere propedeutiche al voto finale sul bilancio.
Innanzitutto il consiglio ha preso atto del fatto che al momento non esistono aree da inserire nei piani di zona per l'edilizia economica e popolare e per gli insediamenti produttivi e terziari per l'anno 2021; si è quindi potuto approvare il programma biennale degli acquisti e delle forniture per un importo superiore ai 40mila euro, dentro al quale figurano soltanto il servizio di manutenzione del verde pubblico per quest'anno e il prossimo per un valore di 70mila euro circa e il servizio di refezione scolastica per i prossimi 5 anni dal valore di 550mila euro circa.

Il sindaco Davide Maggioni

L'amministrazione ha poi votato a favore anche rispetto al piano delle alienazioni, dove le principali possibilità di vendita riguardano una porzione del complesso di Cascina Ceregallo, un terreno edificabile in via Lissolo dal valore di 144mila euro e ovviamente il centro natatorio di Barzanò, per un valore di 105mila euro, in modo da concludere l'iter iniziato già lo scorso dicembre con l'incasso del Comune di una cifra iniziale di 20mila euro. Il consiglio ha poi riconfermato le aliquote Irpef già applicate anche negli scorsi anni nel tentativo di mantenere costante le tariffe ma senza però prevedere soglie di esenzione in modo da far fronte alle maggiori criticità subentrate sullo stato del bilancio a causa della pandemia.
Approvato anche il nuovo regolamento sul canone patrimoniale di occupazione del suolo pubblico e di esposizione pubblicitaria e del canone mercatale, il quale sarà oggetto di modifiche per quanto riguarda le tariffe nel corso dei prossimi consigli di giunta. Infine, verso il termine della seduta il sindaco Maggioni ha illustrato anche la composizione del Documento Unico di Programmazione che specifica quello che si potrà andare a fare nei prossimi mesi di amministrazione, portando avanti qualche intervento in più del previsto grazie allo slittamento delle prossime elezioni in autunno.
Nel DUP non figurano comunque grandi opere perché il Covid ha imposto maggiore rigore e precauzione nelle scelte di spesa e quindi si è optato per lo più per la sistemazione delle strade, della segnaletica stradale e del centro sportivo con qualche intervento di manutenzione alla palestra e alla scuola dell'infanzia. In quest'ultima, per l'anno prossimo, si prospetta di accogliere 70 bambini per cercare di soddisfare la domanda da parte delle famiglie e per farlo sarà quindi necessario valutare con la dirigente alcuni adeguamenti strutturali da apportare all'attuale stabile.
Per concludere, il consiglio ha votato all'unanimità sul bilancio di previsione vero e proprio, approvando quindi le cifre stanziate sia sul fronte delle uscite che delle entrate. Nello specifico, tra le spese incrementali troviamo un'uscita maggiore di 12mila euro per il dovuto versamento dell'Iva sulla palestra comunale e un aumento di spesa di 18mila euro per il servizio che sarà svolto dal prossimo vigile, la cui nomina tramite concorso sarà resa nota probabilmente a partire dalla fine della prossima settimana. L'uscita più maggiorata di tutte però è quella relativa alla spesa per i minori, che al Comune costerà complessivamente 81mila euro con un aumento di oltre 20mila euro rispetto all'anno scorso, una voce di spesa questa in costante crescita e che fa preoccupare l'amministrazione visti i pochi margini di manovra disponibili. Tra le spese poi figurano anche 24mila euro per il trasporto scolastico e 113mila per il servizio mensa. D'altro canto, con una spesa di 26mila euro, diminuiscono le rette per i ricoveri nelle strutture per anziani, costate al Comune 10mila euro in meno rispetto agli anni precedenti.
Tra le nuove cifre in bilancio si trovano poi 12mila euro destinati al premio Graziella Fumagalli e Madre Erminia Cazzaniga e un aumento dei fondi stanziati a favore delle rette per la politica Nidi Gratis. Tra le entrate si trovano poi: i proventi dell'Imu per 136mila euro, la tari per 230mila euro, il fondo di solidarietà comunale per 306mila euro, 100mila euro di proventi dalle famiglie per il servizio mensa e 27mila euro di entrata straordinaria dal centro natatorio di Barzanò grazie alla chiusura della pratica di vendita. Tra gli investimenti e le spese in fondo capitale figurano invece la sistemazione dei cimiteri e dei marciapiedi e della Piazza Brioschi per 37mila euro, 140mila euro di asfaltature, 100mila per la riqualificazione di via della Chiesa, 50mila euro per la sistemazione dell'illuminazione dei parcheggi e del campo da calcio, 50mila euro per la manutenzione del centro sportivo e infine altre spese per piccoli interventi di sistemazione e manutenzione in varie aree del paese.
M.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco