Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 298.892.500
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 29 marzo 2021 alle 10:31

Viganò: il grazie sincero da un volontario al ''vice'' Cazzaniga

Non è sempre vero che il senso civico è qualcosa che appartiene al mero fatto di ricoprire un ruolo istituzionale, ma nel caso di un ex membro del Consiglio di Amministrazione della scuola materna Nobili di Viganò, questa stretta relazione è stata vissuta in prima persona. Qualche giorno fa infatti, abbiamo raccolto la richiesta del volontario in questione, il quale ha voluto diffondere il proprio riconoscimento personale insieme ad un ringraziamento pubblico al vicesindaco di Viganò, Stefano Cazzaniga. Questo apprezzamento proviene dalla disponibilità, dall’attenzione e dalla cura che l’amministratore ha dimostrato nei confronti di questa persona, che a causa della sua malattia oncologica, ha dovuto fare i conti con una situazione di svantaggio dovuta alle sue condizioni di salute anche nel suo ruolo di consigliere del cda dell’asilo delegato dallo stesso Comune.
Di seguito la sua testimonianza di riconoscenza, con lo spazio che resta come sempre a disposizione di quanti volessero intervenire:

Il vicesindaco
Stefano Cazzaniga
''Vorrei fare un ringraziamento istituzionale alla persona del vicesindaco, lo ringrazio pubblicamente per aver dimostrato quasi silenziosamente che un impegno pubblico si può portare avanti anche senza fare “rumore”. In quanto persona malata di tumore, devo ammettere che ho faticato nello svolgere il mio ruolo di consigliere del cda, ma non mi sono mai tirato indietro rispetto ai miei doveri, e la fatica in questo caso è stata sicuramente alleviata grazie al supporto del vicesindaco Cazzaniga. Lui si è infatti sempre dimostrato molto attento nei confronti della mia malattia e della mia condizione, si è offerto più volte di riaccompagnarmi in macchina o di darmi un passaggio, chiedendomi spesso come stessi e se avessi bisogno di qualsiasi cosa. Inoltre, ha cercato anche in qualche modo di fornire un aiuto anche operativo, supplendo i miei colleghi del cda, da cui non ho mai avuto nemmeno una richiesta sul fatto di una semplice offerta di "passaggio" con automobile. È vero che io non ero e non sono nessuno, ma nelle associazioni di volontariato cui io sono presidente, la prima attenzione che viene espressa è proprio il calore umano. È quindi giusto riconoscere quando alcune cariche politiche importanti vengono svolte con ricchezza di valori e quando sono guidate da un forte e incondizionato senso civico come in questo caso.
Il vicesindaco è sempre stato l’unico che ha saputo dare questa sfumatura di attenzione premurosa nei miei confronti che trascendesse il suo ruolo istituzionale e il mio rapporto con l’amministrazione in quanto consigliere delegato nel cda dell’asilo. Da lui mi sono sentito protetto nello svolgere la mia funzione di volontario all’interno del cda nonostante la mia malattia, con questa testimonianza di riconoscimento pubblico vorrei proprio sottolineare il fatto che il suo è sicuramente un esempio civico e di aiuto al prossimo che ha permesso ad una persona come me di poter sentirmi accolto anche in una situazione difficile. Personalmente, non ho mai trovato un’attenzione così delicata verso la mia persona, si tratta sicuramente di un profilo molto raro da trovare, e quindi quantomeno va ringraziata a livello pubblico. Stefano, o meglio il professor Cazzaniga ha saputo essere di aiuto alla mia lotta. È difficile trovare persone come lui, e non lo dice un malato, bensì un semplice uomo che crede nei valori umani''.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco