• Sei il visitatore n° 361.802.647
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 12 aprile 2021 alle 13:47

Barzago: migliorano i contagi, ma salgono a tre i morti del 2021

Nel Comune di Barzago la situazione dei contagi, rispetto a settimana scorsa, è in leggero miglioramento e a dare gli ultimi aggiornamenti nelle ore scorse è stato proprio il sindaco Mirko Ceroli. Scendono infatti da 7 a 4 i concittadini ricoverati in ospedale, alcuni in serie condizioni, come lo stesso primo cittadino ha appurato telefonando direttamente loro in questi giorni. I barzaghesi contagiati, pertanto, passano da 27 a 24 in totale, distribuite su 13 famiglie e il virus ha iniziato a colpire soprattutto la popolazione in età di lavoro, gli studenti e i bambini, molto meno gli anziani che limitano al necessario le uscite.
Nelle ultime ore si è registrato anche un nuovo decesso, che porta il numero totali dei morti a Barzago nel 2021 a tre, dieci complessivamente dall'inizio della pandemia. Il sindaco Ceroli ha dato anche informazioni relative al centro vaccinale di Monteregio, presso il quale sabato 10 aprile si è conclusa la somministrazione della prima dose del vaccino Pfizer agli over 80 di Barzago e del casatese e presso il quale si riprenderà poi più avanti per la seconda dose.


A sinistra il sindaco Mirko Ceroli al centro vaccinale allestito all'Inrca, con l'assessore casatese Gaetano Caldirola

"Tra i medici barzaghesi intervenuti ringrazio i coniugi Coduri-Drigo per la presenza nonché Chiara Sirtori, del Gruppo Giovani, che ha svolto mansioni amministrative" ha dichiarato il sindaco. "Visto il successo dell'operazione di Monteregio, l'auspicio è che Regione Lombardia autorizzi il funzionamento dei centri dislocati nel territorio anche per le altre categorie. I comuni sono pronti". Proseguono invece le prenotazioni per le età 70-79, over 80 e per i soggetti vulnerabili e per le gravi disabilità. Chi fosse in difficoltà può comunque rivolgersi agli Uffici comunali portando il codice fiscale e un recapito telefonico. ATS Brianza, invece, si sta organizzando per le vaccinazioni a domicilio a soggetti che non possono essere in alcun modo essere trasportati o in estrema difficoltà (allettati) e in questo caso l'effettiva necessità viene confermata solo dal proprio medico di medicina generale. Ad oggi, nel territorio di competenza, ci sono circa 4500 persone che potrebbero rientrare nella categoria, per 2500 di essi sono in corso le verifiche ma non è possibile stabilire una tempistica. Se la persona può essere trasportata con l'ausilio della Croce Verde, il Comune consiglia di valutare tale opportunità (telefonare in Municipio), previa valutazione medica. Alcuni barzaghesi, infine, compresi gli over 80, sono stati inviati a vari centri di vaccinazione, anche fuori provincia: Erba (Lariofiere), Lecco (Palataurus), Besana Brianza, alla ditta Technoprobe di Cernusco, tra i principali.
Alcuni concittadini che soffrono di patologie sono stati chiamati per la vaccinazione direttamente dalle strutture sanitarie dove sono in cura, per altri invece i tempi non sono certi. La situazione è in continua evoluzione e i vaccini in uso restano Pfizer, Astrazeneca e Moderna.
I servizi sociali e la Croce Verde di Bosisio Parini sono a disposizione per il trasporto per chi non ha parenti prossimi o è in difficoltà e per usufruire del servizio si può telefonare o scrivere in Municipio. Sul fronte economico poi, dal 12 al 19 aprile è possibile fare domanda per il contributo economico di 500 euro erogato dalla Regione alle famiglie in difficoltà per il perdurare della pandemia. Tra i requisiti, occorre essere residente in Lombardia ed essere genitore di almeno un figlio con meno di 18 anni a carico e residente nel nucleo familiare.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco