Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 273.682.859
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 22 aprile 2021 alle 09:17

Paolo Lanfranchi: soddisfatto del Protocollo contro l'usura

Paolo Lanfranchi
"Sono molto soddisfatto del Protocollo messo a punto pochi giorni fa dalla Prefettura di Lecco, volto a definire alcune strategie di prevenzione, contrasto e monitoraggio dell'usura nel nostro territorio" ha detto Paolo Lanfranchi in qualità di consigliere provinciale ringraziando pubblicamente anche il Prefetto, Dott. Castrese De Rosa, per l'importante opera di coordinamento e la promozione di questa fondamentale iniziativa. Il protocollo è stato infatti condiviso, oltre che dall'amministrazione provinciale, anche dai sindaci, dalla camera di commercio Lecco-Como, da ABI Lombardia ed altre associazioni di categoria ed istituti di credito.
"Un territorio, il nostro, che registra un forte aumento di presenze criminose, tanto che la pressione di contrasto della Prefettura ha emesso in pochi mesi ben  dieci interdittive ad aziende in odore di mafia. Secondo i dati del Cerved, una delle principali agenzie di rating in Europa e il più grande information provider d'Italia, il numero di chi potrebbe finire nelle mani degli strozzini è addirittura triplicato" ha aggiunto sottolineando il proliferarsi nel lecchese di finanziarie e botteghe "compra oro".
"Come se questi segnali già non bastassero di per sé a marcare i bisogni di liquidità di piccole e grandi somme da parte di cittadini e imprese, in questa condizione di disagio economico sono aumentate esponenzialmente anche le richieste ai comuni per i buoni spesa".
Queste le ragioni che hanno spinto il gruppo "Democrazia è partecipazione" a presentare, lo scorso 19 maggio, un preciso ordine del giorno per la messa in campo di una serie di iniziative da assumere per il contrasto allo strozzinaggio. "Una di queste iniziative da noi proposte presenta diversi punti in comune con il recente protocollo predisposto dalla Prefettura e ne siamo soddisfatti".
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco