Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 273.676.897
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 24 aprile 2021 alle 16:53

Nibionno: il bilancio del sindaco a fine mandato e solidarietà alle colleghe di Lambrugo

Conti in ordine e avanzo cospicuo. È quanto l'amministrazione di Nibionno lascerà in dote al prossimo gruppo che guiderà l'ente.
Nel rendiconto della gestione contabile del 2020, il Comune ha accantonato una cifra di 1.636.000 euro (di cui 687.000 euro per la gestione di competenza e il resto per avanzi non applicati) per un fondo di cassa che arriva a 3.342.000 euro. Si tratta però di soldi già impegnati per opere, accantonati nell'esercizio 2020, ma che di fatto verranno spesi quest'anno. Lo ha precisato l'assessore al bilancio Marta Casiraghi. "La cassa è molto alta perché ci sono lavori stanziati e vincolati, come la passerella sulla SS36 che è in fase di appalto. Lo stesso per i campi di tennis di via Kennedy".

Da sinistra l'assessore al bilancio Marta Casiraghi, il sindaco Claudio Usuelli e la segretaria Nunziata Campagna


Le entrate ammontano a 3.296.000 euro: includono tasse, fondi perequativi del governo e oltre 300.000 euro ricevuti dallo Stato da destinare all'emergenza Covid.
L'amministrazione ha sottolineato la tempestività nei pagamenti che avvengono con 18 giorni di anticipo "per aiutare il sistema economico".
L'ampio avanzo comprende anche somme accentate ma vincolate a spese definite per legge. Andiamo a vedere nel dettaglio come è composto questo avanzo di oltre un milione e mezzo di euro: 596.000 euro sono impegnati per crediti di dubbia esigibilità; 354.000 euro è la parte vincolata relativa alle sanzioni che possono essere spese solo per opere relative alla sicurezza stradale; 104.000 euro è la somme degli investimenti provenienti da oneri e 580.000 euro sono la somma disponibile. Il resto è vincolato.

La riscossione dei contributi per oneri è di 47.000 euro mentre gli accertamenti per le sanzioni e la violazione del codice della strada è pari a 442.000 euro.
Il debito complessivo, vale a dire la somma impegnata in mutui, ammonta a 610.000 euro. Su questo aspetto il sindaco Claudio Usuelli ha precisato: "sono mutui contratti dieci anni fa che hanno un residuo di 600.000 euro. Li abbiamo ereditati e con questo non dico che siano stati fatti per cose cattive. Sono stati contratti quando era conveniente contrarli. Noi non abbiamo mai acceso mutui in dieci anni: abbiamo fatto opere senza fare debiti e, se dieci anni fa, erano il doppio, ora li stiamo esaurendo. Anche le ultime tre opere che faremo quest'anno - riqualificazione dei vecchi campi da tennis, il posizionamento della passerella sulla SS36 - sono state tutte finanziate senza debito, così come quella sulla SP342, sostenuta con un contributo di regione Lombardia. Contributi regionali sono stati ricevuti anche per le telecamere".

Giunto ormai all'approvazione dell'ultimo consuntivo del suo mandato, il primo cittadino ha aggiunto: "siamo alla fine della legislatura naturale che si prolungherà a causa del Covid. In questi dieci anni non sono mai state toccate le imposte. Il bilancio è sano: non presenta debiti, non è sofferente, ma è solido. Chi arriverà ad amministrare troverà un bilancio che, ad oggi, non giustificherà un eventuale aumento di tasse".
L'amministrazione ha anche approvato una prima variazione al bilancio 2021 con l'inserimento di alcune entrate relative al Covid e di un contributo ministeriale di 100.000 euro per l'efficientemente energetico, che verrà destinato alle caldaie.
Nominato, infine, il nuovo revisionare dei conti per il triennio 2021-2023: il dottor Giuseppe Gentile subentrerà al dottor Gianluigi Rifiuto, che il sindaco ha ringraziato per efficienza, efficacia e rapidità nel fornire le risposte ai dubbi del comune. Il compenso annuo lordo del nuovo revisore, come previsto dalle tabelle di legge, è di 8.861 euro.

Il sindaco, durante il consiglio comunale, ha inoltre invitato i colleghi uomini ad alzarsi, quale gesto di vicinanza e sostegno alle donne dopo i fatti avvenuti nel consiglio comunale di Lambrugo, comune della limitrofa provincia comasca, che hanno visto protagonista l'ex sindaco e consigliere di minoranza Giuseppe Costanzo.
"Porgo solidarietà ai componenti del consiglio comunale di Lambrugo, pesantemente apostrofate con frasi sessiste e volgari. Mi dissocio e porgo la solidarietà alle colleghe, alle donne presenti e a tutte quelle impegnate in politica. Io dico che bisogna sapere vincere con eleganza e perdere con eleganza" ha detto, rivolgendosi in particolare alla vicesindaco Elisa Marini e alla capogruppo Barbara Pirovano.
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco