Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 277.738.888
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 28 aprile 2021 alle 08:46

Annone, SS36: apre la pista ciclopedonale sul ponte e Suello prepara il collegamento

Aperta la ciclopedonale sul ponte di Annone Brianza. Dopo mesi di attesa, ecco che cittadini potranno usufruire anche a piedi o in bicicletta della pista che scavalca la statale 36 del lago di Como e dello Spluga.
Dopo il crollo della struttura che causò anche la morte di una persona - è ancora aperta la questione giudiziaria - nel mese di luglio 2019, il ponte era stato inaugurato alla presenza delle autorità e aperto al transito di veicoli e, a margine, dei pedoni. Trascorsa qualche settimana, però, la pista che affiancava la carreggiata è stata chiusa al transito: una rete metallica e un blocco di cemento ne impedivano l’accesso.


Sono trascorsi poco meno di due anni e da questa settimana è possibile percorrere anche il breve tratto di pista che mette in collegamento l’oggionese con i comuni di Suello e Cesana Brianza.
''Sono ormai diversi mesi che prendo contatti settimanali con Anas per chiedere l’apertura della pista - ha spiegato il sindaco di Suello, Angelo Giacomo Valsecchi - Mi sono mosso insieme al collega di Annone (il sindaco Patrizio Sidoti, ndr) e insieme abbiamo portato avanti la questione con Anas, io con gli uffici e lui con i responsabili. Secondo me l’attraversamento del ponte era pericoloso, quindi ho insistito perché lo aprissero visto che diversi cittadini lo percorrono''.
Per l’apertura della pista pedonale mancava il posizionamento di un rete metallica per proteggere il guard rail. Posizionata negli scorsi giorni, da questa settimana il passaggio è stato aperto. Tuttavia, l’idea del comune di Suello è di completare il collegamento mediante la realizzino di una pista cilopedonale che, partendo dalla cappella in località San Miro, giunge fino al ponte, permettendo poi di raggiungere il lago di Annone. Esiste già un accordo con Anas per la cessione di una proprietà vicina alla superstrada: per il resto il tratto di pista sarebbe in mezzo alla natura, in parte con suolo ghiaioso in parte, per le zone scoscese, in asfalto.



L’amministrazione comunale ha già approvato il progetto preliminare e conta di inserire nel prossimo bilancio le risorse necessarie, stimate in circa 60.000 euro, per poter realizzare l’opera. ''Cercheremo di ottenere le risorse da enti sovra comunali, ma se non dovessimo riuscire porteremo avanti lo stesso l’opera con l’avanzo di bilancio''.
Per la verità, il comune attende da circa un decennio la realizzazione di un ponte pedonale a scavalco sulla SS36. ''La parte decisionale e politica l’abbiamo fatta, autorizzando l’opera parecchi anni fa - ha aggiunto il sindaco - Ora è il privato che deve intervenire e forse qualcosa si sta muovendo. Io spero di inaugurarla prima di fine mandato perché sarei felice che i nostri concittadini percorrano la pista in tutta sicurezza ma, in attesa del ponte, sono felice dell’apertura al ponte di Annone perché è una buona alternativa che non ci lascia isolati''.

Articoli correlati:
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco