Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 283.922.081
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 28 aprile 2021 alle 11:07

Casatenovo, Villa Mariani: il teatro riapre sabato 8 maggio

Finalmente Sabato 8 maggio alle ore 19.00 il pubblico potrà ritornare a vivere il valore irrinunciabile del Teatro quale strumento di condivisione di Cultura, Arte ed emozioni.
Il Centro di Ricerca e Sperimentazione Teatrale è pronto a questa riapertura perché non ha mai fermato l’attività teatrale in questi lunghi mesi di restrizioni.
L’impegno delle due Compagnie Stabili, la Compagnia stabile Carossia e la Compagnia Stabile Villa Mariani, è proseguito infatti, nei mesi scorsi, in streaming senza sosta.
Ora ritorniamo ad avere il pubblico in sala: il pubblico, il vero protagonista del Teatro, non oggetto ma piuttosto sempre soggetto di ogni impegno e di ogni scelta della rappresentazione teatrale.
“In questi mesi abbiamo lavorato senza sosta per , comunque, al pubblico attraverso i nostri canali in diretta, spettacoli nei quali il nostro professionismo ed il valore dell’offerta non hanno mai avuto cedimenti.



Lo abbiamo fatto perché crediamo fermamente che non sia ipotizzabile una società civile deprivata del Teatro. Abbiamo resistito mettendo in campo tutte le nostre forze e condividendo fatica e preoccupazione, avendo come unica certezza quella di assolvere alla missione di continuare ad esistere per amore e rispetto dell’Arte e del nostro ruolo. Il nostro teatro in questi mesi è stato per noi una sorta di trincea dalla quale difendere il Teatro. Ora siamo felici di poter finalmente tornare ad inchinarci non più nel vuoto e nel silenzio di un teatro vuoto, davanti ad una telecamera, ma nell’eco degli applausi del nostro pubblico”
Queste le parole della Direttrice Artistica Irene Carossia che ha scelto di riaprire l’8 ed il 9 maggio, questa nuova stagione, la cui programmazione arriverà intanto sino alla fine del mese di luglio, con uno straordinario spettacolo andato in scena in streaming nel mese di Marzo: Sansone e Dalila.
Opera composta nel 1875 da Camille Saint Saens, straordinario monumento musicale e vocale, che offre allo spettatore il racconto dell’episodio biblico che vede l’eroe ebreo Sansone trascinato, nel vortice della seduzione, dalla donna demone per eccellenza Dalila la filistea.
La partitura musicale è complessa e preziosa ed è, nell’edizione della Compagnia Stabile Carossia, affidata alle straordinarie mani e alla sensibilità della pianista Annalisa Ferrario.
Tuttavia molti sono gli elementi inattesi di questa edizione della Compagnia Stabile Carossia che vede la regia e la riscrittura del testo della stessa Direttrice Carossia
In scena, a guidare il pubblico nella comprensione dell’opera, lo stesso Camille Saint Saens, l’autore: musicista, letterato, filosofo, artista di straordinaria caratura.
I ruoli maschili sono affidati a tre donne, in un capovolgimento della prassi teatrale che ha visto sino a tutto il 1600 in scena soltanto uomini.
Al fianco di Dalila, interpretata dalla stessa Irene Carossia nell’espressione di tutta la sua potenza vocale e scenica, Mariangela Grano forte, agile, intrigante nel ruolo di Saint Saens.
 Luisa Caglio bravissima e feroce nel ruolo del Gran Sacerdote e Alessia Sala straordinaria e generosissima nel difficile nel ruolo di Sansone.
La scenografia costituita da una possente struttura posta al centro della scena, consente alla regista di mostrare la dicotomia fra il mondo maschile nel quale gloria, guerra, violenza e potere si inseguono ed il mondo di Dalila, la donna/demone relegata là dove si agita il suo sentire profondo.
I meravigliosi e preziosissimi costumi della costumista Anna Maria Mazzoni, frutto di una grande Arte al fianco di una precisissima ricostruzione storica, accrescono l’incanto e la magia.
La regia luci dona inoltre tutto il mistero e la pienezza teatrale a questo capolavoro.
Uno spettacolo di riapertura che omaggia il Teatro quale realtà imprescindibile dalla vita umana, irrinunciabile regno del sentire, dove si costruiscono idee nuove, ribelli, preziosi stimoli e dove si tramanda Cultura.
Un atto d’amore da parte della Compagnia Stabile Carossia e di tutto lo staff del Centro di Ricerca e sperimentazione Teatrale pronto ad accogliere il pubblico in assoluta sicurezza, nel rispetto di tutti i protocolli atti a salvaguardare la salute di pubblico, staff e artisti.
Il Teatro vi aspetta, noi vi aspettiamo, siate presenti, sentitevi parte di questa magia, per onorarne il valore imperituro del Teatro ed affermare il vostro diritto a partecipare.
Contestualmente viene riaperta anche la splendida Mostra “PREDATORI DEL SENTIRE” della pittrice/poetessa SILVANA GIANNELLI, visitabile nei giorni di spettacolo.

SABATO 8 MAGGIO ORE 19.00
DOMENICA 9 MAGGIO ORE 16.00
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
: 340 4652962 /339 1624727/ 039 5988698
promozione@centroteatralevillamariani.eu
Per accedere in teatro è necessario indossare la mascherina. All’ingresso del teatro verrà misurata la temperatura. Alla fine dello spettacolo saranno rese disponibili due uscite In sala è garantito il distanziamento come da disposizioni, la capienza è ridotta
E’ possibile pagare con il servizio POS. Il costo del biglietto è di 10 €.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco