Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 273.851.512
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 28 aprile 2021 alle 16:07

Casatenovo: pericolosa l'insegna sul tetto dell'ex Vismara. Va rimossa entro 7 giorni

Sarà smontata a breve la storica insegna del salumificio Vismara, in Piazza del Lavoro a Casatenovo. A stabilirlo un'ordinanza firmata dal sindaco Filippo Galbiati pubblicata proprio quest'oggi all'albo pretorio online, attraverso la quale viene invitata l'azienda - che da anni ha trasferito la sede produttiva in Via Sant'Anna a Campofiorenzo - a rimuovere il tabellone pubblicitario ancorato sulla copertura dell'ex quartier generale in centro paese.

Al centro dell'immagine l'insegna pubblicitaria Vismara quando ancora era attiva la sede di Piazza del Lavoro

A far scattare il provvedimento del primo cittadino, una segnalazione pervenuta agli uffici secondo la quale l'insegna pubblicitaria, peraltro in disuso, costituirebbe un potenziale pericolo soprattutto in occasione di eventi atmosferici di una certa intensità.
Proprio per questa ragione Galbiati ha disposto l'immediata messa in sicurezza, al fine di prevenire la possibile caduta sulle aree sottostanti e sulla pubblica via adiacente di materiale vario, a tutela della pubblica incolumità. I lavori - ovviamente a carico della proprietà - dovranno essere eseguiti a regola d'arte entro sette giorni dalla pubblicazione dell'ordinanza, nel rispetto delle norme vigenti in materia, pena la relativa comunicazione all'autorità giudiziaria competente.
L'ordinanza del sindaco è stata notificata quest'oggi a Vismara spa e per conoscenza a Prefettura, comando provinciale di vigili del fuoco, stazione dei carabinieri, polizia locale e settore urbanistica-edilizia privata del Comune.

A destra il tabellone come appare oggi

Con la rimozione (certamente dovuta) dell'insegna si sgretola un altro pezzettino della storia di quel comparto, legato a doppio filo al settore economico e sociale di Casatenovo, ma ormai in fase di dismissione da anni. La vetustà dell'immobile, in assenza peraltro delle necessarie opere di manutenzione, sono all'origine di episodi che hanno portato anche nel recente passato a problemi di natura strutturale, come il cedimento dell'intonaco in Via Manzoni e in Via Mameli a seguito di forti raffiche di vento.
Nel frattempo procede a rilento - causa Covid e momento nel felicissimo per l'edilizia - l'iter che riguarda la trasformazione dell'ex salumificio e della Vister in area residenziale e commerciale, con nuovi servizi pubblici a favore della comunità.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco