Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 273.848.202
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 01 maggio 2021 alle 16:39

Bosisio: risparmio dell’86% sullo scuola bus. Allo studio del comune il car-pooling

''Sono stupito di trovare all’ordine del giorno questa interpellanza'' ha affermato l'assessore all’istruzione Corrado Galbusera. ''Sono ancora più amareggiato poi, per aver trovato un articolo coi toni che tutti abbiamo letto. Trovo questo atteggiamento infelice e simbolo di una verità: non è la maggioranza a non voler dialogare''.

L'assise

L'amministratore ha introdotto con queste parole la replica all’interpellanza presentata dalla minoranza Bosisio nel Cuore in merito al trasporto scolastico (https://www.casateonline.it/articolo.php?idd=127206), annunciando altresì che per il prossimo anno verrà attivato un servizio di car-pooling. Come noto, l’amministrazione, a fronte di un numero in costante decrescita di iscrizione al servizio scuolabus (18 nel 2020 a fronte di 34 nel 2019), ha scelto di sospendere tale servizio per proporre delle alternative.

Primo a sinistra il consigliere Paolo Gilardi

L’intervento dell’assessore è stato piuttosto duro: ha rinfacciato al gruppo di Paolo Gilardi quanto già discusso in altra sede. Poi ha portato numeri e progetti futuri a sostegno della sua argomentazione. Il suo discorso non ha quindi dato adito a ulteriori commenti. ''Nella commissione scuola del 18 marzo ho comunicato agli esponenti delle minoranza e ho fatto mettere a verbale che si vuole garantire un servizio alle famiglie che non sia lo scuolabus e che erano in fase di studio soluzioni alternative - ha ricordato l’assessore - È necessario fare le commissioni se il risultato è questo? Interpellanza e articoli stampa. Durante la commissione mi sono inoltre confrontato con l’esponente di Bosisio nel cuore (Elena Riva) rassicurandola che nel mese di giugno avremmo organizzato un’altra commissione scuola nella quale avrei condiviso tutti i dettagli. Questo è il risultato''.
Veniamo ai numeri. Sono sette in totale le nuove adesioni delle future classi prime (4 bambini all’asilo, 3 alla primaria e 0 alle scuole medie), che si aggiungono alle 16 che si sono avvalse del servizio nell’anno scolastico 2020-2021.
''Le preoccupazioni delle famiglie e l’atmosfera da fine del mondo? Rispetto tutte le famiglie ma stiamo parlando del 4% della popolazione scolastica, meno se consideriamo il prossimo anno scolastico'' ha proseguito Galbusera, chiarendo gli obiettivi per i quali lavora.''Per me le certezze sono: garantire un servizio alternativo allo scuolabus; aprire le scuole in sicurezza (vedi Covid); poter dare seguito a tutte le attività riportate nel PDS (progetti e servizi supplementari)''.
L’assessore ha quindi annunciato il progetto a cui sta lavorando l’amministrazione: un servizio di ca-rpooling che permetterà una riduzione dell’80% sulla spesa attuale. A fronte dei 40.000 euro per lo scuolabus, con questa nuova offerta il comune spenderà 10.882 euro per due anni. È al vaglio il progetto di fattibilità con un’azienda che garantisce equipaggi stabili da questa identificati e gestiti.
Il sindaco Andrea Colombo ha fatto presente che la nuova offerta sarà nuovamente rivolta a tutte le famiglie. ''Non stiamo ragionando solo su 7 bambini perché faremo una campagna informativa in modo che si possano iscrivere anche coloro che non hanno spuntato nell’iscrizione a scuola di poter usufruire del sevizio''.
Il consigliere Paolo Gilardi si è detto ''non soddisfatto della risposta nel modo, ma sereno di apprendere che si sarà un trasporto motorizzato''. Ha poi aggiunto: ''la convocazione della commissione era stata richiesta proprio da Bosisio nel Cuore anche per parlare di queste famiglie, che hanno incontrato l’assessore e si sono rivolti anche a noi per dirci che devono organizzarci''.
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco