Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 277.321.518
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 05 maggio 2021 alle 08:50

Lariofiere Erba: attivate 15 linee vaccinali. La media supererà le 2.000 inoculazioni giornaliere

Accelera la campagna di vaccinazione a Lariofiere di Erba, dove in questi giorni verrà aperta più della metà delle 24 linee previste. A partire da questa prima settimana di maggio infatti, entreranno in funzione 15 linee vaccinali, rispetto alle attuali 10 e di conseguenza il numero delle vaccinazioni giornaliere salirà a circa 2.160.

Il centro espositivo Lariofiere a Erba

La gestione del centro è in carico ad Asst Lariana che vi opera con il proprio personale medico, infermieristico ed amministrativo. Ai dipendenti si affiancano poi i volontari di numerose associazioni del territorio, Protezione Civile, Croce Rossa, Scout, Amate onlus, Il Mantello, Corpo italiano di soccorso dell'Ordine di Malta di Como, Lariosoccorso, Ancora onlus. Lariofiere è il primo centro vaccinale massivo della provincia di Como ad essere entrato in funzione, lo scorso 30 marzo: qui vengono convogliati anche i cittadini dell'area lecchese prossimi al confine comasco.

Come era stato anticipato le scorse settimana è stata ricavata, all'interno di un altro padiglione, una sala d'attesa per i vaccinandi. Anche se viene più volte richiamato di attenersi all'orario di convocazione ricevuto, le persone si presentano in anticipo: vengono quindi fatte attendere, sedute e in un luogo coperto. Qui vengono invitate a compilare l'anamnesi e, poi, chiamate dal personale in base all'orario di convocazione, vengono indirizzate nel padiglione dove è stato allestito il centro.

Il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana con Giuseppe Carrano, medico responsabile degli hub vaccinali massivi

Asst Lariana ha in gestione un altro centro che è stato inaugurato il 12 aprile: è il polo espositivo di Villa Erba a Cernobbio. In entrambe le strutture si era tenuta la visita, a fine aprile, del presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana che sta effettuando sopralluoghi su tutto il territorio regionale.
Lariofiere e Villa Erba, aperte sette giorni su sette, dalle 8 alle 20, possono ospitare fino a 24 ambulatori, per un totale quindi di 48 linee vaccinali - pari a 6.912 vaccinazioni al giorno - che diventeranno operative su indicazione di Regione Lombardia parallelamente alla consegna di maggiori dosi di vaccino.

VIDEO

Gli operatori al termine della giornata con quota 5.000 vaccinazioni

A questi centri, se ne aggiungono altri, più piccoli, attivi nella provincia comasca: l'ospedale di Menaggio (seconde dosi over 80, prime e seconde dosi pazienti estremamente vulnerabili in carico ad Asst Lariana, prime e seconde dosi over 70), l'ospedale di Cantù (seconde dosi over 80, prime e seconde dosi pazienti estremamente vulnerabili in carico ad Asst Lariana), l'ospedale di San Fermo (seconde dosi over 80, prime e seconde dosi pazienti estremamente vulnerabili in carico ad Asst Lariana), il Poliambulatorio di via Napoleona (seconde dosi over 80, prime e seconde dosi pazienti estremamente vulnerabili in carico ad Asst Lariana, seconde dosi insegnanti).

Le linee vaccinali

Il totale complessivo delle vaccinazioni ad oggi effettuate in provincia di Como, secondo quanto pubblicato sul portale di Regione Lombardia, è di 152.897 prime dosi e 57.983 seconde dosi, con una percentuale di copertura della popolazione (target 514.966) con la prima dose pari al 29,69%.
In Provincia di Lecco, la popolazione da raggiungere si ferma a quota 289.816 cittadini: 92.481 sono state le prime dosi somministrate e 37.266 le seconde dosi per una copertura con la prima dosa pari al 31,9% della popolazione.
I vaccini attualmente disponibili a Lariofiere sono il vaccino Pfizer, il vaccino Moderna, il vaccino AstraZeneca (ora Vaxzevria) raccomandato per i soggetti di età superiore ai 60 anni, così come il vaccino Janssen di Johnson & Johnson.

''È bene ricordare che sono stati tutti autorizzati dagli enti competenti (Ema, European Medicines Agency ed Aifa, Agenzia Italiana del Farmaco ndr) dopo un'attenta valutazione del profilo di sicurezza in base agli studi effettuati nella fase di sperimentazione e che il loro profilo di sicurezza è continuamente monitorato anche dopo l'autorizzazione. La decisione di quale vaccino utilizzare segue le indicazioni ministeriali'' fanno sapere da Asst Lariana.

''Da un anno Asst Lariana è impegnata nella cura dei pazienti Covid che ancora oggi continuiamo a ricoverare in ospedale. Da gennaio, e pur essendo ancora in un contesto pandemico, abbiamo iniziato ad occuparci anche delle vaccinazioni, con uno sforzo notevole in termini di organizzazione logistica, del personale e dell'assistenza alle persone da vaccinare. Gestire questa linea di offerta complessiva di contrasto al Covid è per noi un dovere, un atto dovuto nei confronti della comunità lariana che non ci hai mai fatto mancare la sua vicinanza e solidarietà. Da parte nostra ci sono il massimo impegno e attenzione. Per noi parlano i numeri che certificano un buon posizionamento in un'analisi comparativa con altri territori rispetto all'implementazione del piano vaccinale'' ha fatto sapere il direttore generale di Asst Lariana, Fabio Banfi.

Da questa settimana, come annunciavamo, i due hub massivi inizieranno ad operare con 15 linee vaccinali: il numero delle vaccinazioni giornaliere sarà di 2.160 in ognuna delle due strutture (4.320 totali).

Il settore di accettazione

I numeri dei vaccinati sono andati incrementando con il tempo. La campagna massiva si era aperta lunedì 12 aprile con quattro linee attive: la media era di circa 500 vaccinati al giorno. Il 18 aprile sono stati somministrati quasi 2.815 vaccini. A distanza di dieci giorni, il 28 aprile, si è sfiorata quota 4.000, mentre lo scorso 30 aprile, per la prima volta, è stata superata quota 5.000 vaccinazioni (5.177), in linea con l'incremento di somministrazioni che si è avuto su tutto il territorio regionale. Poi da inizio maggio sono nuovamente calate leggermente: la giornata del 1 maggio si è chiusa con 4.474 vaccinazioni. Con questa media dovrebbe proseguire l'attività di somministrazione per le prossime settimane.

Il nuovo padiglione aperto per l'attesa

''La comunità umana e professionale di Asst Lariana vive della competenza, del sorriso e dell'entusiasmo dei suoi operatori, di chi da oltre quattordici mesi si confronta con l'emergenza infettivologica nei reparti ospedalieri, di chi effettua tamponi a favore della popolazione, di chi sta realizzando un'impresa inedita dal dopoguerra ad oggi come una campagna vaccinale di massa. Questa comunità è semplicemente fantastica, la soddisfazione che questa sera esprime è il coronamento di un duro lavoro, di concentrazione e tolleranza'' ha concluso Banfi.
Articoli correlati:
16.04.2021 - Lariofiere: con una media di 500 utenti si è aperta la campagna vaccinale massiva
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco