Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 277.328.613
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 05 maggio 2021 alle 18:55

Accadeva 30 anni fa/67, gennaio 1991: nuova elementare a Barzanò. Studenti del casatese in piazza contro il desert Storm

Giuseppe Aldeghi, sindaco di Barzanò, presenta la “Finanziaria 1991”. Nel bilancio preventivo spicca per importanza l’investimento previsto per la scuola elementare. Tre miliardi di spesa per realizzare il nuovo plesso in via Leonardo Da Vinci, nei pressi delle strutture scolastiche esistenti. Secondo Aldeghi l’attuale edificio è ormai insufficiente per rispondere alla domanda degli scolari. Per cui un nuovo edificio adeguato come proporzione renderà disponibile il vecchio per ospitare la biblioteca e diverse associazioni. Non tutti sono convinti anche dentro la maggioranza ma alla fine il bilancio preventivo passa con l’astensione di “Sinistra unita”.


Giuseppe Aldeghi

Anche Missaglia approva il preventivo 1991 che è molto concentrato sulle opere sotto suolo. Il sindaco Gabriele Castagna, infatti, spiega che bisogna investire nelle reti fognarie e nelle condotte idriche da cui fuoriesce disperdendosi nel suolo quasi la metà dell’acqua che arriva dal Brianteo. Cento milioni per le fogne e cinquecento per l’idrico le cui reti, del resto risalgono al 1931. Altri investimento per la manutenzione di strade e immobili comunali. Compatta la Dc nel voto a favore, contraria Vivere Missaglia che per bocca di Claudia Manzoni lamenta la mancanza di indicazioni circa l’uso degli immobili comunali a partire dalle ex scuole, astenuti i due rappresentati del partito socialista.

Primo da destra Gabriele Castagna

A Casatenovo il Pci lancia un’offensiva in grande stile contro la coalizione Dc-Psi guidata dal sindaco Perego. Manifesti affissi ovunque in paese per denunciare l’immobilismo della Giunta causato dai contrasti tra alleati. Soprattutto in tema di viabilità interna si incentra la polemica.

A Monticello la maggioranza monocolore Dc approva il progetto di costruire una strada che colleghi l’area cimiteriale con le piscine in località Villanova. Costo dell’opera 700 milioni di lire.

Sempre a Monticello la notizia, di tutt’altro tenore, di un furto su commissione nella villa di un noto professionista. Rubati mobili antichi e oggetti preziosi per un importo di 250 milioni.

A Campofiorenzo un giovane si ferma al distributore, poi simula un malore e entra nel piccolo ufficio mentre la proprietaria è occupata alla pompa. Ruba 200 euro, torna in auto e si dilegua.

A Missaglia il 13 gennaio si festeggia la giornata della Pace al palazzetto dello Sport. L’iniziativa è  del gruppo di pastorale giovanile del decanato di Missaglia. Molto partecipata l’iniziativa che si apre con un corteo.


I partecipanti alla Giornata della Pace organizzata dal gruppo di Pastorale Giovanile del decanato di Missaglia

A Casatenovo decine e decine di bambini partecipano alla tradizionale tombolata d’inizio anno. Il ricavato è destinato a opere e interventi di solidarietà. Ricchi i premi in palio.


I partecipanti alla tradizionale tombolata di inizio anno in Auditorium a Casatenovo

 A Casatenovo Villa Farina diventa la casa delle associazioni. L’incontro definitivo tra Ildefonso Ghezzi vice sindaco socialista e assessore alla Cultura, Angelo Perego, sindaco e i rappresentanti dei sodalizi casatesi si conclude con la sigla dell’accordo. Le 14 associazioni potranno trovare spazio negli otto ampi locali della villa.

Sempre a Casatenovo Domenico Galbiati segretario cittadino della Dc lascia improvvisamente la carica. Già assessore a Missaglia e vice presidente della provincia di Como il leader scudocrociato giustifica le dimissioni con i troppi incarichi. Ma si sospetta che la guerra in corso tra il sindaco Perego e l’ex primo cittadino Maldini, ora capogruppo, rischi di far saltare l’alleanza Dc-Psi. Maldini era per una giunta allargata al Pci. Opzione poi bocciata.


Domenico Galbiati

Due rapinatori tentano di bissare il colpo riuscito lo scorso anno ai danni della Cariplo. Questa volta il bersaglio è la filiale della Banca Briantea di via Merlini. I due arrivano l’uno a bordo di un Pajero e l’altro di una Bmw. Giunta sul posto si calano i passamontagna sul viso e spingono il fuoristrada a tutta velocità verso le vetrate antiproiettile della banca. Ma ad ostacolare la corsa ci sono le fioriere poste l’anno precedente. Il potente mezzo si schianta contro i grandi vasi in pietra ma non riesce a sfondare la barriera. I banditi scendono mitra i mano, salgono sulla Bmw e fanno perdere le tracce.

Il 27 gennaio a Monticello si svolge la festa delle famiglie. Le coppie sono state festeggiate con un rinfresco alla presenza del parroco don Natale Panizza.


La festa delle famiglie

Tutte le scuole del casatese scendono in sciopero per protestare contro la Guerra del Golfo, l’invasione americana dell’Iraq di Saddam hussein. Delegazioni di studenti del greppi di Monticello e del Pessina di Casatenovo partecipano alle manifestazioni organizzate a Merate e a Lecco. Tutti dietro lo striscione “No alla guerra”.



 67/continua
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco