• Sei il visitatore n° 332.448.053
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 20 maggio 2021 alle 16:21

Bulciago: lo spettacolo delle rotonde fiorite lungo la SP342

Anche quest'anno a Bulciago si è rinnovato lo spettacolo delle rotonde fiorite lungo la strada provinciale 342.

Sulla scorta del successo e dell'apprezzamento riscossi nel 2020, l'amministrazione comunale - in occasione della Festa di Liberazione dello scorso 25 aprile - ha voluto omaggiare nuovamente un luogo che nel 1945 fu teatro di scontri durissimi, con una quindicina di vittime. In quello che viene ricordato da quel giorno come Crocicchio di Bulciago, è vivo il ricordo della Brigata Puecher, un'organizzazione partigiana che ha operato nei paesi della Brianza centrale.

Il monumento - sul quale campeggia peraltro la scritta Restiamo Umani, a dieci anni dalla morte dell'attivista bulciaghese Vittorio Arrigoni - è quindi considerato dalle istituzioni ''un simbolo dell'unità cittadina, della solidarietà che accomuna e rende degna di questo nome una comunità che crede e celebra i valori della libertà e della pace''.

Ed è proprio per questa ragione che il Crocicchio anche quest'anno si è colorato di blu, bianco e rosso con fiori che spuntano sia dalla rotonda ''a biscotto'' all'intersezione con Via Dante, sia quella in corrispondenza della Sicor-Teva, rendendole davvero allegre.

E' un trionfo di papaveri, margherite e fiordalisi, grazie al progetto sponsorizzato da un'azienda del paese, per ricordare i quindici partigiani uccisi dai fascisti il 27 aprile 1945, fra cui anche i due concittadini di Bulciago: Giovanni Preda e Carlo Fumagalli.
Uno spettacolo cromatico che non si può non apprezzare e ''immortalare''.

A questo proposito però, nelle scorse ore l'assessore Tonino Filippone ha voluto lanciare un monito a concittadini e non, ricordando il forte significato simbolico del progetto e rivendicando a questo proposito la giusta dose di rispetto.

''In questi giorni ci viene segnalato che alcune persone si fermano non per fotografare, ma per raccogliere i fiori. Per quei pochi cittadini che non lo sapessero, oltre che essere un illecito queste azioni compromettono in modo irreversibile le future fioriture'' le parole dell'esponente della giunta bulciaghese, nella speranza che questo invito possa essere rispettato.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco