Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 277.330.967
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 30 maggio 2021 alle 11:13

Viganò: Tari in aumento per la maggiore pulizia delle strade

Cifre lievemente in crescita per il pagamento della tariffa sullo smaltimento e la gestione dei rifiuti a Viganò, dove nel corso del consiglio comunale di giovedì 27 è stato approvato il nuovo piano finanziario ed economico relativo alla TARI.
Per l'anno 2021, infatti, la scelta dell'amministrazione è stata quella di incrementare il servizio di pulizia delle strade portandolo da una a due volte al mese sull'intero territorio comunale. I costi che dovranno essere coperti dal pagamento delle tariffe ammontano a circa 216mila euro e sono quindi in aumento di 7mila euro rispetto all'anno scorso per offrire alla cittadinanza una maggiore frequenza nello spazzamento delle strade.

Il sindaco Fabio Bertarini

Come sempre, i costi saranno sostenuti per il 60% dalle utenze domestiche e per il 40% dalle utenze non domestiche, e per entrambe si prevede un aumento medio dei costi del 3% circa, vale a dire una somma intorno ai 6 euro in più all'anno per una famiglia di media numerosità. La data della scadenza per il pagamento della prima rata è stata fissata al prossimo 31 luglio per le utenze domestiche e, dopo l'approvazione della proposta di emendamento del sindaco Fabio Bertarini, il 31 settembre 2021 per le utenze non domestiche. In questo caso, infatti, essendo in corso di definizione la tipologia di risorse previste per i Comuni all'interno del decreto sostegni bis e destinate in ultima analisi proprio alle utenze non domestiche, la proposta del primo cittadino è stata quella di far slittare la scadenza della prima rata per formulare i costi in modo più completo e definitivo. Insieme alla Tari è stato approvato anche il rendiconto finanziario relativo al 2020, con 1 milione e 500mila euro di saldo di cassa e 667mila euro di avanzo di amministrazione, tra i quali la cifra di 60mila euro di accantonamento per Retesalute.
M.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco