Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 277.331.095
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 31 maggio 2021 alle 17:26

Casatenovo, Via Dante: Viganò replica alla minoranza. Previsti marciapiede e rotonda

Ha replicato all'interrogazione presentata dal gruppo di minoranza Più Casatenovo, il neo assessore ai lavori pubblici, Daniele Viganò. Oggetto del documento presentato l'altra sera in assise dal consigliere Lorenzo Citterio, la ex strada provinciale 55 o meglio Via Dante Alighieri, arteria che attraversa l'abitato di Cassina de' Bracchi collegando fra loro Galgiana a Valaperta. Avvalendosi anche del parere del comandante della polizia locale, dr.Simone Comi, l'amministratore ha risposto punto per punto alle richieste del gruppo di opposizione, che di fatto chiedeva di prendere in considerazione soluzioni in grado di garantire maggiore sicurezza alla strada, spesso scenario di incidenti stradali, fra i quali uno di grave entità che nei mesi scorsi ha coinvolto un'agente di polizia locale.

L'assessore ai lavori pubblici Daniele Viganò

Per quanto riguarda la proposta della rotonda da realizzare all'intersezione con Via Volta - la strada che porta al centro sportivo e all'area della fiera di Rogoredo - Daniele Viganò ha condiviso l'utilità della stessa (essendo peraltro presente nelle linee programmatiche del gruppo), pur precisando che l'amministrazione ha voluto investire prima su quella all'incrocio con Via della Resistenza, in località Valaperta, con progettazione avviata e risorse già individuate.
Per il neo assessore l'opera servirà non solo a mettere in sicurezza l'incrocio che si trova proprio all'ingresso della frazione, ma anche a rallentare le auto che giungono dal rettilineo di Via San Biagio.
Pollice alzato anche per quel che riguarda il tratto di marciapiede mancante, nei pressi della scuola primaria di Bracchi, a tutela degli alunni e più in generale dei pedoni. Opera prevista nelle linee programmatiche, così come la rotonda sopra citata.
Bocciato invece l'eventuale percorso pedonale di collegamento fra Cascina Bernaga e la scuola, non realizzabile dal punto di vista tecnico secondo le rilevazioni effettuate, mentre non dovrebbe essere un problema la creazione di un attraversamento rialzato dinnanzi al ristorante. ''Ne va valutata la fattibilità'' ha aggiunto l'assessore, rendendo note le perplessità sollevate dalla polizia locale, tenendo conto degli altri passaggi già presenti e della rotatoria prevista.
Non sarà invece possibile installare un autovelox fisso, poichè allo stato attuale non sono stati individuati dalla Prefettura a Casatenovo dei tratti idonei. ''Al massimo potremmo valutare la predisposizione di una colonnina attivabile però soltanto alla presenza della polizia locale, che funga semplicemente da deterrente negli altri momenti'' ha aggiunto l'esponente della giunta.
Nella sua relazione, Viganò ha precisato - dati della PL alla mano - che Via Dante registra un minor numero di infrazioni in merito alla viabilità rispetto a Via San Biagio; solo tre infatti, quelle rilevate in questi primi mesi durante le ore di controllo. Nell'altra arteria invece, caratterizzata da un lungo rettilineo in parte fuori dall'abitato - sono state dieci le violazioni registrate.

A destra il consigliere Lorenzo Citterio e accanto il capogruppo Marco Pellegrini (Più Casatenovo)

Si è detto soddisfatto della risposta il consigliere di Più Casatenovo, Lorenzo Citterio, che ha voluto sottolineare l'importanza di ''tornare a parlare del nostro territorio e che le strade possano essere popolate di nuovo dai veicoli'' riferendosi al lungo periodo di lockdown e dunque all'impossibilità di attraversare il paese dal centro alle frazioni. ''La rotonda risolverebbe anche le criticità dei veicoli che in fase di svolta in Via Volta non sempre mantengono una velocità adeguata'' ha detto riferendosi all'opera prevista anche dall'amministrazione nelle linee programmatiche.
Il capogruppo di Più Casatenovo, Marco Pellegrini ha posto l'attenzione sul semaforo ormai in disuso da anni lungo Via San Biagio, invitando l'amministrazione a valutare la possibilità di collocarlo in altri punti del territorio.
A chiudere il dibattito le parole del sindaco Filippo Galbiati che in merito a Via Dante ha auspicato un confronto anche con la commissione per la disabilità, al fine di concordare interventi finalizzati alla realizzazione di opere pubbliche che possano essere fruibili da tutti.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco