Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 277.332.333
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 01 giugno 2021 alle 17:59

Bulciago, approvato il rendiconto 2020: scende l'indebitamento

Nella serata di lunedì 31 maggio a Bulciago è stato approvato dal consiglio comunale il rendiconto della gestione finanziaria del 2020, conclusosi con un fondo di cassa di circa 3 milioni di euro.
Prima di illustrare tutte le varie voci del documento, il sindaco Luca Cattaneo ha informato la cittadinanza anche rispetto alla situazione dei contagi da Covid-19 in paese, dove risultano esserci 5 cittadini positivi, per lo più asintomatici.

Il sindaco Cattaneo fra gli assessori Puricelli e Filippone

Tornando al rendiconto, il Comune ha chiuso lo scorso anno quindi senza debiti, se non per un piccolo residuo che ammonta ormai a 20mila euro e che si sta estinguendo man mano nel tempo. Il gettito del bilancio è poi risultato di due milioni e mezzo di euro. Tra le entrate principali figurano sicuramente quelle tributarie per circa 1 milione e 400mila euro, suddivise in Imu per 470mila euro, Irpef per 250mila euro e Tari per 320mila euro, affiancate poi alle entrate extra tributarie dove trovano posto i trasferimenti dallo stato. Sul fronte delle uscite, nella parte corrente, figurano 350mila euro di stipendi per il personale dipendente del Comune, la spesa per la costruzione della scuola per 145mila euro, la spesa per il sociale che ammonta a 230mila euro e le spese per la tematica ambientale e per la gestione dei rifiuti per 240mila euro. Al netto delle spese l'avanzo è quindi di circa 500mila euro, ai quali si aggiunge la parte relativa agli investimenti e al fondo pluriennale vincolato che porta l'avanzo totale di amministrazione a 1 milione e 800mila euro.

Il sindaco Luca Cattaneo

Di queste risorse, 330mila euro sono accantonati per il fondo dei crediti di dubbia esigibilità, 225mila euro sono vincolati per la questione dello scavalco sulla SP342, 180mila euro sono destinati al progetto di camminamento che scenderà dalla chiesa alla scuola, e infine altre voci inferiori che portano a circa 900mila euro l'avanzo di natura vincolata e accantonata. Ciò significa che circa la metà dell'avanzo totale di amministrazione rimane disponibile per gli investimenti prossimi. Nonostante poi le difficoltà date dalla pandemia durante l'anno scorso, il Comune è comunque riuscito a riscuotere una soglia di oneri consistenti, pari a circa 190mila euro.
M.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco