Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 277.323.234
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 01 giugno 2021 alle 18:16

Bulciago: istituite le civiche benemerenze e la cittadinanza onoraria

Anche a Bulciago saranno istituite e si potrà conferire a partire da questa settimana le civiche benemerenze e la cittadinanza onoraria a cittadini e stranieri che si sono distinti in diversi ambiti culturali, sociali, economici o politici e che meritano di ricevere uno speciale omaggio anche a livello comunale.
A presentare la novità è stato l'assessore alla cultura Raffaella Puricelli nel corso dell'ultimo consiglio comunale tenutosi nella serata di lunedì 31 maggio, dove appunto è stato illustrato il nuovo regolamento comunale che dovrà regolare il conferimento di queste speciali onorificenze.

L'assessore e vicesindaco Raffaella Puricelli

"Stiamo uscendo da un periodo difficile e aldilà della forte negatività che il Covid ha portato con sé, la pandemia ha anche fatto aprire gli occhi su quanto sia importante cogliere il bello che contraddistingue le nostre comunità" ha spiegato l'assessore Puricelli. "Come amministrazione abbiamo riflettuto sulla necessità di dare un riconoscimento a chi è nato e ha fatto qualcosa di importante a Bulciago o che da qui è partito per fare del bene nel mondo in ambito sociale, per la cultura della pace, in campo economico, della scuola, dello sport e delle arti e abbiamo voluto dar vita a questo regolamento. Il documento disciplinerà la costituzione delle benemerenze e della cittadinanza onoraria a cittadini, enti o associazioni che si sono distinti nei vari ambiti dell'attività pubblica e privata o che hanno lasciato un segno in ambito solidale, civile, militare o religioso. Abbiamo poi voluto anche inserire un riconoscimento alla memoria, per quelle figure che si sono contraddistinte lasciando un'eredità importante per il mondo intero". Nonostante le due onorificenze siano entrambe un omaggio per tutte le figure che appunto hanno contribuito a lasciare un'impronta importante in qualsiasi campo del sapere, della conoscenza o della vita in generale, esiste una piccola differenza tra le due: la cittadinanza onoraria viene infatti concessa a persone od enti non presenti sul territorio comunale, mentre la civica benemerenza può essere riconosciuta anche a residenti in Bulciago o che hanno sede in paese. Il provvedimento di assegnazione sarà poi proposto dal sindaco sentita la giunta comunale, ma la proposta potrà venire dagli assessori, dai consiglieri, da enti o istituzioni e quindi anche soggetti esterni e si procederà poi con il vaglio della richiesta. La concessione viene poi deliberata con apposito atto di consiglio comunale nel quale dovrà essere riportata la motivazione del conferimento oltre che alla mappa biografica del destinatario, il tutto effettuato nel contesto di una cerimonia ufficiale che suggelli l'atto. Con il nuovo regolamento verrà poi istituito anche l'albo dei cittadini benemeriti ed onorari di Bulciago, che sarà curato dal segretario comunale. Il sindaco, con un decreto motivato, potrà poi anche decidere di assegnare degli encomi, sia in forma semplice che solenne ad enti o associazioni o altri soggetti che si sono distinti nel campo privato e pubblico. "Credo che sia motivo di stimolo per le giovani generazioni avere un apposito atto che premi l'impegno e il successo nel proprio Comune, e spero che questo possa anche essere una spinta per loro a coltivare la stessa passione per il bello, per il bene e per il giusto" ha concluso l'assessore, prima della votazione del consiglio che ha sancito quindi l'entrata in vigore del nuovo regolamento.

Un altro segnale positivo e di ripresa è poi derivato anche dall'approvazione della convenzione tra il Parco Valle Lambro e i Comuni di Barzago, Barzanò, Besana Brianza, Cassago Brianza, Cremella, Bulciago, Monticello Brianza e Renate per la gestione del parco locale di interesse sovracomunale agricolo della Valletta. La nuova convenzione, stilata non appena il nuovo consiglio direttivo del Parco è entrato in carica, è stata firmata dopo che nel 2020 era scaduta quella precedente e rimarrà in vigore fino al suo prossimo rinnovamento, previsto per il 31 dicembre 2022. Ad illustrare il documento, rimasto nella forma e nei contenuti molto simile a quello che è andato a sostituire, è stato il consigliere Paolo Colombo, il quale ha richiamato i punti principali della convenzione che ha ancora come fulcro la salvaguardia del territorio, dei sentieri e della fauna. Nel nuovo accordo si punterà poi a creare una sinergia maggiore tra i Comuni coinvolti nello svolgimento e nella coordinazione della attività previste oltre che ad inserire alcune date precise di riunioni e incontri della consulta in modo da rendere l'organizzazione più strutturata.

Il consigliere Paolo Colombo

"I Comuni soci dovrebbero iniziare a vedere il parco come una priorità perché negli ultimi anni purtroppo la sua gestione è caduta in secondo piano. Si tratta infatti di un parco da valorizzare e da tenere in alta considerazione, quindi tutti dovremmo farci promotori nel dare nuovo lustro a questa ricchezza che abbiamo nel nostro territorio, come peraltro già aveva fatto l'amministrazione precedente. Il mio è dunque un appello a tutti gli amministratori ad avere cura di questa preziosa risorsa perché una risorsa per il territorio non solo locale ma anche sovracomunale" ha commentato l'assessore Tonino Filippone, il cui intervento è stato poi ripreso anche dal sindaco Luca Cattaneo che ha espresso un auspicio affinchè la nuova convenzione possa segnare l'inizio di un percorso rinnovato e più consapevole anche alla luce del lungo stop di questi mesi di pandemia.
M.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco