Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 283.913.910
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 10 giugno 2021 alle 16:29

Bosisio: proposte estive per le famiglie per tutte le età

La giunta comunale di Bosisio Parini ha recentemente approvato un piano estate per i cittadini più giovani, denso di attività ricreative e didattiche. "Le iniziative sono molteplici, e sono suddivise per fasce di età - ha spiegato il sindaco Andrea Colombo - In parte per limitare il numero di partecipanti per gruppo, dato che la pandemia non è ancora terminata e in parte per differenziare la tipologia del servizio fornito".
Partiamo dai più piccini: verrà organizzato un centro estivo bilingue (italiano/inglese) per i bimbi dai 3 ai 7 anni, che si svolgerà con operatori professionali presso la scuola dell'infanzia Melzi d'Eril. La durata sarà di 5 settimane, a partire dal 5 luglio e sino al 6 agosto e sarà a tempo pieno. Il Comune sosterrà il costo delle rette con due contributi: il primo orizzontale per calmierare la spesa dei partecipanti, il secondo tramite il bando Dote Famiglia, che consentirà ai cittadini residenti, e in possesso di determinati requisiti, di ottenere un rimborso di una quota della retta.
Per i bambini delle elementari e delle medie, invece, l'Amministrazione ha collaborato con la parrocchia Sant'Anna di Bosisio Parini e ha organizzato l'oratorio estivo della durata di quattro settimane, dal 21 giugno al 16 luglio, sempre a tempo pieno. Sono state previste attività ricreative molto interessanti e divertenti, come la giornata in scuderia o presso il canoa club. Anche in questo caso, i piccoli cittadini residenti, se rientranti nei presupposti del bando, potranno ottenere il parziale rimborso delle rette. "Un particolare ringraziamento va all'assessore Valeria Minoretti, che ha curato l'iniziativa e naturalmente al nostro Don Peppino" ha aggiunto il primo cittadino.
Per gli adolescenti, invece, l'offerta è davvero molto articolata. Oltre alla consueta proposta di "Utilestate", che è stata potenziata con l'aggiunta di un modulo, sono presenti due nuove iniziative. La prima sono i Social Lab, ovvero un'esperienza di cittadinanza attiva, che promuove la conoscenza del proprio territorio. Ogni ragazzo avrà infatti l'opportunità di vivere mezze giornate "alla scoperta" delle opportunità presenti nel proprio Comune, e sarà impegnato in attività differenti, realizzate negli ambiti del volontariato, del verde, della cura del bene comune, dello sport e cultura.
La seconda rappresenta una novità assoluta per Bosisio e si rivolge a quella fascia di adolescenti e giovani che troppo spesso non trovano iniziative che possa coinvolgere tale delicata fascia di età. Per i ragazzi dai 15 ai 19 anni, quindi, l'amministrazione ha proposto un progetto pilota "che ci auguriamo possa proseguire anche successivamente al periodo estivo, e che diventi quindi una valida e costante opzione di sano intrattenimento giovanile - ha aggiunto Colombo - Con tale iniziativa vogliamo offrire occasioni di socializzazione ed un luogo di incontro per i nostri giovani. Il progetto è stato curato da due giovani consiglieri di maggioranza, Carolina Castelnuovo e Luca Farina, che ringrazio davvero per la dedizione e l'impegno profuso".
Il primo cittadino ha così commentato la proposta lanciata dall'amministrazione: "Questa l'offerta estiva per i nostri giovani concittadini, che ci auguriamo possano finalmente trascorrere una serena estate. Come dicevo, abbiamo pensato anche alle famiglie ed ai costi che dovranno sostenere, indipendentemente dal fatto che i figli frequenteranno o meno le iniziative organizzate nel nostro territorio. C'è esigenza di conciliazione anche per la mamma che lavora in un altro comune e che preferisce iscrivere i bimbi a centri estivi di tali territori, per comodità o per esigenze di orario.
Ecco perché abbiamo pensato alla dote famiglia: un significativo contributo economico messo a disposizione dei cittadini".
Possono presentare domanda un ISEE inferiore a 40.000 euro, che potranno documentare la frequenza ad un centro estivo organizzato nel rispetto dei protocolli Covid. Darà la possibilità di ottenere un rimborso pari al 50% della spesa sostenuta, con un massimale di 75 euro a settimana, sino ad esaurimento dei fondi.
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco