Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 283.909.429
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 16 giugno 2021 alle 13:42

Barzago: altro crollo a scuola. Critiche in cc dalla minoranza

Un consiglio comunale all'insegna della polemica quello del 14 giugno a Barzago, tenutosi in aula civica ma disponibile anche in streaming sulla pagina Facebook del comune. Il sindaco Mirko Ceroli ha illustrato innanzitutto il rendiconto 2020, comparando i 372.000 euro di fondo di cassa al gennaio 2020 rispetto agli 850.123 che sono rimasti come risultato di amministrazione a dicembre 2020. "I residui attivi, ancora da riscuotere, sono pari a 814.000 euro, mentre 637.000 sono ancora da pagare. 488.000 euro sono invece destinati ad alimentare il fondo di esazione; 90.000 erano stati messi da parte per la società partecipata Rete Salute, ma durante il consiglio del 20 maggio ne è stata votata la messa in liquidazione. La società dovrà quindi inviare a tutti i comuni un resoconto di aggiornamento mensile. 61.000 euro sono vincolati come fondo Covid e di questi una parte è già stata rendicontata.
Per gli investimenti sulle opere pubbliche, sono vincolati 100.000 euro, mentre 147.000 sono stati spesi, prevalentemente come buoni spesa alimentari, e 23.000 sono ancora da rendicontare. Si pensa di usarli per i centri estivi o per supporto ai trasporti, oppure di versarli alla Caritas, alla Croce Rossa o alla Fondazione Lecchese. O ancora, di destinarli a lavori nella scuola, come per esempio all'allargamento di un'aula" ha spiegato il primo cittadino.


Il sindaco Mirko Ceroli

In merito alle variazioni di bilancio di previsione 2021-2023, sono entrati 20.000 euro in più per la manutenzione della scuola elementare, per rispondere a una serie di esigenze per l'anno prossimo. "Verranno fatti lavori sulle aule del piano terra per spostare una parete tra l'aula docenti e quella di informatica, così da ampliarla e usarla per la prossima classe prima, con un adeguato distanziamento. Un'altra maggiore entrata di 40.000 euro deriva da TASI e IMU non riscosse, mentre 12.440 vengono da Rete Salute, che deve versarli al Comune per gli anni dal 2018 al 2020. Una minore entrata di 41.600 viene invece dall'aggiornamento della previsione per le concessioni edilizie, da cui sono entrati solo 27.000 euro. Ci sono anche due voci di 30.000 a testa per la manutenzione straordinaria delle strade e per opere varie. Oltre al collegamento ciclopedonale e alla sostituzione degli infissi del municipio, da settembre partiranno i lavori per l'asfaltatura di strade di collegamento tra paesi (come la discesa del Sacro Cuore, il tratto di Verdegò e di via Perotto a Bevera, sotto la Statale), e per l'asfaltatura del cortile della scuola, oltre che per la sostituzione dell'impianto di manutenzione della biblioteca. Poi abbiamo ricevuto un contributo regionale per sistemare gli impianti fotovoltaici nel 2022 e faremo investimenti su software per il telelavoro dei dipendenti comunali. Una maggiore uscita di 7000 euro sarà necessaria per sostituire il sig. Romanò del Comune, che va in mobilità. La responsabilità dell'ufficio finanziario torna al dottor Esposito ma Romanò verrà coperto da una figura che seguirà il bilancio e un'altra che si occuperà dei tributi. Ci si affida a una società che offre pacchetti su base oraria e le nuove figure saranno insediate nei prossimi giorni" ha aggiunto Ceroli.
Per quanto riguarda il bonus facciate, verranno considerati centro storico anche edifici che ne sono fuori ma ne hanno le caratteristiche, per storicità e importanza, mentre per quanto riguarda la convenzione per la gestione associata del Centro Servizi Territoriale (CST) e della rete informatica sovracomunale, al quale l'ultima adesione risale al 2018, è prevista la ratifica di una modifica: il lavoro è stato affidato a una società di Seregno e saranno implementati servizi come Pagopa.


Stefano Beretta e Manuel Mauri del gruppi di minoranza Barzago Viva

Infine, è stata approvata e rinnovata la convenzione tra il Parco Valle Lambro e otto comuni del parco della Valletta, scaduta nel 2020. "Per migliorare la gestione di aree protette, si è deciso di entrare nel Parco Regionale Valle Lambro nel 2017. La convenzione richiama quella del 2018 ma le modifiche più importanti sono state l'inserimento di associazioni che hanno conoscenza storica del territorio per effettuare interventi nel parco. Mancava un presidente  negli ultimi due anni quindi i rapporti  sono un po' venuti meno, ma ora si vuole garantire più presenza. Il nostro comune versa 25.000 euro, cifra stabilita sulla base degli abitanti e della superficie comunale. Circa metà è destinata all'educazione ambientale, il resto alla manutenzione dei sentieri, ad attività di promozione e laboratori" ha spiegato il consigliere delegato Alessandro Crippa.
Al termine dell'ordine del giorno, l'opposizione ha voluto discutere di un fatto accaduto nel pomeriggio dell'8 giugno, quando una formella decorativa sulla facciata principale della scuola primaria si è staccata ed è caduta. Le insegnanti lo hanno segnalato subito e il passaggio pedonale è stato transennato in attesa del sopralluogo. Venerdì 11 giugno si è svolta la verifica: non si conoscono ancora le cause dell'accaduto, ma era stato usato uno strato di malta per applicare la formella. "Durante la ristrutturazione degli scorsi mesi non ci si era accorti della precarietà dell'oggetto, ma negli ultimi due anni sono stati fatti  interventi per riqualificare aule, corridoi, servizi, impianti e nuovi lavori partiranno a breve. Però questo episodio spinge ad alzare il livello di attenzione e a capire quali sono le priorità di intervento. Gli elementi decorativi saranno rimossi dalla facciata e verrà fatta una verifica di tutte le sue parti. Uno screening totale dell'edificio verrà fatto tra giugno e luglio per monitorarne tenuta sismica" ha spiegato il sindaco. L'opposizione non ha abbandonato il tono di polemica, sottolineando che si tratta di un episodio grave e che chi doveva monitorare ha rischiato di provocare un incidente molto serio.
R.S.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco