Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 303.743.875
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 22 giugno 2021 alle 15:03

NibionOggiono: futuro incerto dopo la promozione, sabato 26 si deciderà

"Dopo tanti anni di calcio, trenta per alcuni di noi, [...], è arrivato il momento di mettere la parola fine: grazie a tutti, ma noi ci fermiamo qua".
Non lascia troppi spazi all'interpretazione il comunicato della società Asd NibionnOggiono diffuso nella giornata di lunedì 21 giugno. Nonostante i risultati sportivi non siano mancati, come la vittoria ai play off del girone "B" della serie "D" di quest'anno, l'associazione sportiva sembra giunta al capolinea dopo cinque anni di attività.
Diverse le motivazioni che stanno facendo propendere i dirigenti per lo "stop" alle attività. Fra i problemi, la difficoltà nel reperire una struttura adatta ad ospitare la squadra e le partite del campionato prossimo.
"In quest'ultimo anno - si legge nel comunicato con evidente riferimento alla pandemia - tutto si è fermato: aziende, scuole, chiese [...]. Il calcio dilettante invece ha proseguito il suo cammino, perché è valso il detto "The show must do on", andando contro ai valori nei quali la nostra associazione crede".
Al di là delle dichiarazioni di principio, l'assenza di una struttura in grado di ospitare la squadra durante la stagione prossima appare come una delle motivazioni principali che stanno spingendo i dirigenti verso il fermo delle attività. Pur "comprendendo le difficoltà" delle Amministrazioni dei comuni di Oggiono e Nibionno, l'associazione sportiva ha dovuto "constatare" alcuni aspetti. Il primo è sicuramente la non disponibilità di un terreno di gioco su cui competere essendo il campo del centro sportivo "De Coubertin" di Oggiono non agibile. A mancare è anche una struttura nella quale realizzare gli allenamenti e disputare i campionati giovanili. Di fatto, la stagione appena conclusasi ha visto il NibionnOggiono utilizzare il campo del centro sportivo oggionese, ma con la formula della "deroga" con l'impossibilità di accesso da parte del pubblico, indipendentemente dalla crisi sanitaria dettata dal virus Covid-19. Un problema noto anche all'Amministrazione comunale che già diversi mesi fa aveva avviato una procedura di studio e progettazione della messa a norma. Stando a questa situazione attuale, secondo l'associazione sportiva il campo del centro "De Coubertin" non potrebbe "ottenere l'omologazione da parte della Figc". L'unica alternativa possibile sarebbe il campo con fondo sintetico del comune di Nibionno, comunque giudicato non capace di accogliere tutti gli impegni sportivi e "non idoneo" a ospitare un campionato di serie D.
Una situazione complicata che ha spinto il Consiglio Direttivo della società calcistica a convocare associati e sponsor principali per "analizzare la situazione e prendere le decisioni necessarie". Le scelte sul tavolo sembrano essere due: "cessare ogni attività sportiva", sostanzialmente in concomitanza con la scadenza della proroga di utilizzo del centro sportivo "De Coubertin", che decadrà il 30 giugno, oppure "favorire l'accesso di nuovi associati che decideranno eventuali programmi futuri".
Nella serata di lunedì i dirigenti del NibionnOggiono hanno incontrato lo staff della squadra e i calciatori per ringraziarli dei risultati raggiunti fino ad oggi. Sabato 26 giugno sarà invece il Consiglio Direttivo ad assumere una decisione finale sul futuro dell'associazione e della sua partecipazione alle competizioni sportive.
L.A.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco