Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 292.417.985
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 24 giugno 2021 alle 18:13

Barzanò: il segretario comunale dr.Scarpa pubblica il suo primo romanzo

Mario Scarpa
Ogni giorno è abituato ad avere a che fare con normative e burocrazia, sempre pronto a dispensare consigli e a ''guidare'' gli amministratori dei Comuni per i quali presta servizio. La voglia di diversificare gli interessi legati alla quotidianità lavorativa e di dare sfogo alla propria libera creatività, ha portato il dr.Mario Scarpa, segretario comunale a Barzanò - ma anche in due municipalità della Valsassina e presto anche ad Airuno - a scrivere un romanzo. Nulla a che fare con i temi della pubblica amministrazione con i quali è abituato a confrontarsi; stavolta contabilità e urbanistica sono rimaste nel cassetto. L'argomento del libro è qualcosa di semplice ma al contempo irrinunciabile: l'amore.
Si chiama ''Non chiedo altro Paradiso'' e, ambientato fra Roma e Parigi, racconta la storia di Claudio ed Elisabetta, legati da un sentimento nato anni prima. Eppure i due affrontano diversamente l'approccio ad un nuovo incontro futuro. Se per lui è motore di desiderio verso quell'anima da cui crede essere stato ingiustamente separato, per Elisabetta rappresenta solo un richiamo dei fallimenti amorosi già assaporati e un proposito dal quale rifuggire.
Una storia inventata, ma che per l'autore vuole rappresentare una sorta di piccola speranza fornita ad ogni lettore. Può l'amore riscoprirsi immutato dopo anni? Si può essere destinati l'uno all'altra? Sono gli interrogativi che Mario Scarpa pone attraverso le pagine di questa storia, che invitano inevitabilmente a tifare per la coppia, che in fin dei conti rappresentano ognuno di noi. Tutti infatti, siamo preda di ragionamenti amorosi, di ricordi e di attese, di illusioni e di frustrazioni.
Ispirato alla letteratura francese e ai poeti ''maledetti'' quali Verlaine e Baudelaire, ''Non chiedo altro Paradiso'' è il primo romanzo scritto dal suo autore, classe 1981 e originario della provincia di Caserta, con una lunga parentesi di vita trascorsa e Roma - dove ha conseguito la laurea in giurisprudenza, il dottorato e l'abilitazione alla professione forense - e il trasferimento cinque anni fa nel lecchese, per dare il via alla sua esperienza di segretario comunale dopo aver vinto il concorso.
Da sempre in bilico tra l'ambizione di organizzare al meglio il sevizio pubblico per i cittadini e la risoluzione di tutte le relative problematiche quotidiane, Mario Scarpa ha deciso di tradurre in realtà una passione - quella per la scrittura - che coltiva sin dall'infanzia. Un modo per staccare la spina dal quotidiano e viaggiare con la fantasia, alla ricerca di pensieri e situazioni così apparentemente lontane dall'ordinario.
Un piccolo desiderio che ha preso forma tre anni e mezzo fa e che è entrato nel vivo soprattutto nel primo lockdown dello scorso anno, con la conclusione dell'opera arrivata subito dopo.
Il problema a quel punto, è stato valutare un'offerta editoriale che valutasse nello stesso tempo sia l'interesse di un autore alla massima diffusione del testo e quello della casa editrice alla costruzione di un mercato di lettori capace di dare un riscontro commerciale all'opera.
''Avendo capito in questo lasso di tempo che un autore esordiente e non famoso è spesso costretto a pubblicare attraverso editoria a pagamento, acquistando cioè un consistente numero di copie della stessa opera, ho deciso di mettermi in gioco cercando altre modalità. Ritenevo infatti poco gratificante l'autoacquisto delle copie soprattutto perché non essendoci molti filtri editoriali alla fine possono pubblicare tutti'' ci ha spiegato, aggiungendo di aver trovato una casa editrice, Bookabook, con una politica aziendale molto innovativa. Valutato in una fase iniziale l'opera, quelle che superano la prima selezione vengono praticamente affidate ai lettori attraverso un'operazione di prevendita. A quel punto, raggiunta una quota di copie, il testo viene avviato alla stampa ed alla successiva distribuzione nelle librerie online e cartacee.
Per quel che riguarda ''Non chiedo altro Paradiso'', lo scorso venerdì 18 giugno è partita la campagna di preordinativi che con grande successo è stata portata a termine in appena cinque giorni. Il libro ora è pronto per raggiungere gli scaffali delle librerie ed essere dunque acquistato, anche nella versione web.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco